Immagine WRF Wind 10m (ita - backup)
Modello WRF-NMM con la tipica carta, qui il backup per l'Italia, dei venti previsti a 10 metri...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine WRF Temp 2m Diff (centro-nord) - ARW by ICON
In questa mappa del modello WRF-ARW del Centro-Nord Italia, è rappresentata la differenza di... Leggi tutto...
Immagine Radiosondaggi di Venezia (WRF)
Radiosondaggi previsti per Venezia. La previsione del modello matematico WRF-NMM
Immagine Meteorologia, Volume 4 - La circolazione atmosferica: dalla grande scala al Medi...
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e proprietà
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Pistoia
La provincia di Pistoia confina a nord con l'Emilia-Romagna (province di Modena e di Bologna), a... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Ancona
La provincia di Ancona è una provincia italiana delle Marche di 476.192 abitanti (dati ISTAT 2016)... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

Meteosat. Italia e parte dell'Europa. Canale: IR (infrarosso)

Europa, vicino atlantico e naturalmente l'Italia in questa immagine all'infrarosso (canale IR) del satellite MSG (Meteosat Second Generation) di Eumetsat elaborata da Sat24.

Situazione sull'Italia e l'Europa Satellite Meteosat - Eumetsat nel canale infrarosso (IR)


Europa, vicino atlantico e in particolare l'Italia in questa immagine (ultima disponibile, tipicamente con aggiornamento ogni 15 minuti). Si individuano i principali sistemi nuvolosi. Grazie al canale IR, ovvero all'infrarosso, è possibile visualizzare nubi e perturbazioni anche nelle zone non illuminate dal Sole. Questo perché l'infrarosso è sensibile alla temperatura dei corpi.

Il bianco intenso è associato a nubi molto fredde, quindi o cirri e cirrostrati, oppure la sommità di nubi molto "spesse" (e che quindi si sviluppano molto n altezza), come possono essere i cumulonembi. Per poter distinguere, quando si può è necessario un confronto con il canale visibile (dove cirri e cirrostrati sono paraticamente invisibili...)

Difficoltà possono anche sorgere nell'individuare eventuali nebbie o nubi basse, essendo la loro temperatura uguale o molto vicina a quella del suolo. Ma l'animazione della sequenza delle immagini, se disponibile, rende tutto più chiaro e spettacolare...


Stampa