Immagine Il Tempo per tutti e Tempo, Vita e Salute - Guido Caroselli
Nato a Roma il 28 Luglio 1946, è Meteorologo, esperto di clima e di ambiente, giornalista.È stato consigliere nazionale e membro del comitato scientifico di... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine ECMWF MSLP - 500hPa - ITALIA
Mappa di previsione del modello del centro europeo di Reading: pressione al suolo e geopotenziale a... Leggi tutto...
Immagine WRF MSLP 3hSnow (centro-nord)
Mappa Centro-Nord Italia del modello WRF con altezza dello zero termico e l'accumulo di neve (in... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Trento
La provincia di Trento si trova nel versante meridionale della catena delle Alpi, a contatto con la... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Matera
La provincia di Matera è dal punto di vista geografico divisa in due tipologie, una pianeggiante... Leggi tutto...
Immagine Analisi climatologica del 2015: Milano Sud, analisi delle piogge
L'analisi pluviometrica dell'anno 2015 (ricordiamo che si va da Dicembre 2014 a Novembre 2015)... Leggi tutto...
Immagine Marzo 2016: il mese con l'anomalia termica più calda di sempre
Secondo il NOAA, le temperature globali della Terra nel mese di Marzo 2016 sono state le più alte,... Leggi tutto...

Il Tempo per tutti e Tempo, Vita e Salute - Guido Caroselli

Il libro di Guido Caroselli Il Tempo per Tutti
Guido Caroselli - il Tempo per tutti e Tempo, Vita e Salute


Nato a Roma il 28 Luglio 1946, è Meteorologo, esperto di clima e di ambiente, giornalista.

È stato consigliere nazionale e membro del comitato scientifico di Legambiente.

Autore dei libri "Tempo, vita e salute" (Garzanti, Mursia) e "Il tempo per tutti. Meteorologia pratica per la terra e l'uomo" (Mursia, 3a edizione).

Ha collaborato dal 1983 al 1985 con il “Giornale” di Indro Montanelli, dal 1986 al 1998 con il “Messaggero”, dal 1998 al 2000 con l’ “Eco di Bergamo”, dal 1999 al 2002 con “Nuova Ecologia” di Legambiente.


Dal 2002 al 2011 ha collaborato con “Avvenire”.

Dal 2009 collabora con “Magazine” e poi con “Sette” del Corriere della Sera.

È stato presidente e fondatore dell’Associazione Amici dell’ Atmosfera.

Ha curato e condotto dal 1980 al 2011 su RAI 1 la più seguita rubrica meteorologica televisiva italiana, una delle più apprezzate in Europa e diffuse da RAISAT anche negli altri continenti.

Capitano dell'Aeronautica Militare in congedo, si specializza in meteorologia, ed entrato successivamente in RAI, vince il concorso indetto dall'azienda televisiva di Stato per sostituire il generale Edmondo Bernacca alla conduzione del Meteo1, trasmissione televisiva di meteorologia in onda sul primo canale.

Della rubrica meteorologica Che tempo fa - che andava in onda su Rai 1 intorno alle 17:10 (in passato intorno alle 19:30) e la notte in replica ad orario variabile - è stato come detto il curatore e il conduttore dal 1980 al 2011.

Poi, il 30 giugno 2011 si accomiatò dal pubblico, nell'ultima edizione del programma.


È stato anche fondatore e presidente della ONLUS Amici dell'Atmosfera, ora sciolta.

Ma tornando ai testi da lui pubblicati. Innanzitutto ricordiamo il primo, Il tempo per tutti. Meteorologia pratica per la terra e l'uomo, che parla dei segreti di un clima che cambia e che rischia di sfuggire al controllo dell’uomo.

Una guida aggiornata per chi desidera conoscere la meteorologia applicata alle attività umane e la storia e i cambiamenti del clima. Consta di 304 pagine ed è uscito in libreria nel 2001.

Il secondo libro, Tempo, vita e salute, anch'esso del 2001, parla dei numerosi risvolti della relazione tra clima e uomo. L’impatto dell’inquinamento e le variazioni dei microclimi nelle aree urbane. Le patologie legate al cambiamento del tempo.

Il clima come risorsa per la vita quotidiana. Il tempo e il clima hanno un notevole impatto sulle nostre vite. Il corpo umano reagisce alle minime variazioni di temperatura e umidità.

La pioggia o il sereno influiscono sul nostro benessere e sul nostro umore. Le attività all'aria aperta risentono ovviamente in maniera più evidente delle condzioni atmosferiche.

Sperimentiamo anche effetti su grande scala come le alluvioni o le trombe d'aria, ma anche il riscaldamento globale. In queste pagine Guido Caroselli esamina le condizioni ideali per la vita e le varie patologie legate al clima. Affronta il problema dei disastri cosiddetti "naturali", riflette sull'impatto dell'inquinamento e sui microclimi che si creano nelle aree urbane.


Stampa