Immagine WRF MSLP 6hSnow (nord)
Mappa Nord Italia del modello WRF con l'altezza dello zero termico e l'accumulo di neve (in cm) nelle 6 ore precedenti l'orario rappresentato.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon. Gli estremi del passato...
Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche... Leggi tutto...
Immagine ECMWF 850hPa - Wind
Mappa del modello del centro europeo di Reading ECMWF con i venti previsti a 850hPa.
Immagine WRF Delta Theta (sard)
Mappa Sardegna del modello non idrostatico ad alta risoluzione WRF NMM con i venti a 300hPa e il... Leggi tutto...
Immagine Provocazioni climatiche
Provocazioni climatiche. Dissertazioni non di parte sui cosiddetti cambiamenti climatici...
Immagine Bellissima SQUALL LINE in LOMBARDIA la sera del 2 Maggio 2013
Bellissima SQUALL LINE in LOMBARDIA la sera del 2 Maggio 2013 immortalata e raccontata dal nostro... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Svolta invernale e neve a quote basse: l'Inverno ora farà sul serio!

Domenica 26 Gennaio 2014 00:00

Svolta invernale e neve a quote basse: l'Inverno ora farà sul serio!


Dopo tanti rimandi e anche tanta latitanza, secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli previsionali, l'inverno vero, quello fatto di freddo e neve a quote basse, finalmente rientrerà nei suoi "canoni" stagionali.E lo farà a breve, attraverso la discesa di aria di estrazione artico-marittima, in concomitanza con l'arrivo di due fronti atlantici.In questi giorni l'anticiclone russo si è ben strutturato ad est, creando un immenso "bacino" freddo, da dove alcuni impulsi gelidi potrebbero mettersi in cammino nei prossimi giorni, per raggiungere il Mediterraneo.E stando agli ultimi aggiornamenti dei modelli previsionali, sarà proprio il Mediterraneo la meta preferita di alcuni impulsi polari, che nella prossima settimana e oltre, potrà avvalersi anche del transito di perturbazioni atlantiche.

Il primo impulso polare interesserà alcuni settori della nostra Penisola, già a partire dalla giornata di Lunedì 27 Gennaio, con un minimo depressionario che si posizionerà a ridosso del Mar Ligure.Avremo così un peggioramento delle condizioni meteorologiche tra Emilia Romagna e regioni Nord-Orientali, nevose sulle zone Appenniniche, oltre i 600 metri di quota.


La neve tra la notte e la mattinata di Martedì 28 Gennaio, cadrà a quote molto basse, toccando perfino alcune città pianeggianti.Nella giornata di Mercoledì 29 Gennnaio, l'elevazione dell'Alta delle Azzorre verso l'alto Atlantico, favorirà l'ingresso di un nuovo impulso gelido verso il Mediterraneo, che di seguito si "mescolerà" al flusso occidentale atlantico.Il nucleo freddo ed instabile, favorirà la nascita di una profonda depressione a ridosso della Francia, con una successiva di correnti sud-occidentali verso il nostro Settentrione.Le temperature rigide e le correnti umide meridionali, creeranno i presupposti per una nevicata al nord-ovest, fino a quote pianeggianti.Le regioni più interessate dall'evento nevoso, saranno Lombardia, Val D’Aosta, Piemonte, Emilia e regioni Nord-Orientali, mente al centro-sud avremo solo una variabilità, con temperature in rialzo.

Questa situazione meteo potrebbe aver un proseguo anche ad inizio di Febbraio, con il nostro Mediterraneo sempre "recettore" di fronti instabili, a fasi alterne.A partire da Domenica 2 Febbraio, una "spallata" dell'Alta pressione delle Azzorre, veicolerà correnti fredde ed instabili verso la nostra Penisola.Avremo nuovamente condizioni instabili, e la neve potrebbe ritornare nuovamente fino a quote pianeggianti. Ma ne riparleremo: ci saranno nuovi aggiornamenti!

Pressione 30 Gennaio 2014


Fabio Porro

Stampa