Immagine Webcam - Aosta (Aosta)
Webcam Aosta (AO), capoluogo della regione Valle d'Aosta. Piazza Chanoux e l'Arco d'Augusto con bellissimo lo sfondo montano!

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Webcam - Paola (Cosenza)
Webcam sul Lido di Paola, in provincia di Cosenza (CS), Calabria.
Immagine Il Calendario Giuliano e l'idiozia dell'anno bistesto anno funesto
"Non è vero... ma ci credo". Non è solo una commedia in tre atti del 1942, scritta dal grande... Leggi tutto...
Immagine WRF Wind 10m (ita - backup 2)
Modello WRF-NMM con la tipica carta, qui con la seconda corsa precedente, per l'Italia, dei venti... Leggi tutto...
Immagine WRF Temp 2m Diff (ita)
In questa mappa del modello WRF sull'Italia, è rappresentata la differenza di temperatura (a 2m)... Leggi tutto...
Immagine Ere glaciali e inclinazione dell'asse terrestre: un nuovo studio
Un nuovo studio pubblicato di recente su Science rivela che l'era glaciale negli ultimi milioni di... Leggi tutto...
Immagine Glossario Meteo. Lettera O - Da Ozono
Ozono, buco dell’ Assottigliamento dello strato di ozono negli strati più alti dell’atmosfera,... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Anticiclone e clima mite fino al 10, poi ritornerà l'inverno?

Mercoledì 26 Dicembre 2012 00:00

Anticiclone e clima mite fino al 10, poi ritornerà l'inverno?


Dopo il passaggio dell'ultimo fronte atlantico nei primi giorni del 2013, l'Alta pressione nord-africana rimarrà per molti giorni l'unica "figura" protagonista nello "scacchiere" europeo, "spaziando" tra Europa centrale, Isole Britanniche e Penisola Iberica. Le perturbazioni atlantiche rimarranno lontane dalle nostra Penisola per più giorni, "privilegiando" in primis la Penisola Balcanica, senza arrecare nessun effetto all'Italia.

In questi giorni si è tanto discusso in merito ad un vistoso fenomeno di Stratwarming (surriscaldamento stratosferico) e gli ultimi "run" dei modelli previsionali ne riconfermano l'evoluzione.Il surriscaldamento della stratosfera polare è ad opera del flusso di calore che sarà "iniettato" nei prossimi giorni all'interno del Vortice Polare da parte dell'Anticiclone sub-tropicale. La "manovra" di riscaldamento polare potrebbe nuovamente, come accadde ai primi di Dicembre, provare una severa bilocazione del Vortice Polare. Il primo andrebbe verso l'area canadese, il secondo invece sul continente euroasiatico.La "retrogressione" del nocciolo gelido dall'est Europa verso l'ovest del vecchio Continente, potrebbe "dirottare" aria gelida siberiana verso la nostra Penisola, con un ritorno a condizioni invernali, anche estreme.


In sintesi l'evoluzione per i prossimi giorni:

Fino a Giovedì 10 Gennaio
Tempo stabile al centro-nord, clima mite oltre le medie stagionali. Più freddo tra basso Adriatico e al Sud per venti più freddi settentrionali.

Tra Venerdì 11-Sabato 12 Gennaio
Aria fredda scenderà verso l'Europa centro-orientale determinando un forte calo termico, poche per ora le ripercussioni per la nostra Penisola

Tra Domenica 13-lunedì 14 Gennaio
Un nuovo impulso gelido si dirige verso l'Europa occidentale, e stavolta potrebbe avere "ripercussioni" nevose al centro-nord, fino in pianura.

Tra Martedì 15-Mercoledì 16 Gennaio
Si attenua il freddo al centro nord, più mite al sud ed Isole Maggiori

Da Giovedì 17-Venerdì 19 Gennaio
Correnti gelide, assieme ad una profonda depressione sull'ovest dell'Europa investono nuovamente la nostra Penisola.Si rinnovano condizioni di maltempo, con neve nuovamente a quote basse.


Carta sinottica per il 6 Gennaio, giorno dell'Epifania, pressione e geopotenziale

Precipitazioni e pressione atmosferica per il 12 Gennaio

Fabio Porro


Stampa