Immagine GENS T850 PROB min-5 ITALIA
Probabilità che la temperatura a 850hPa sia minore di -5°C e l'altezza geopotenziale media a 850hPa. Probabilità intesa come numero di occorrenze in... Leggi tutto...
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Meteo e Clima in Provincia di Reggio Calabria
Il territorio della provincia di Reggio Calabria è in gran parte interessato dall'orografia del... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Macerata
La provincia di Macerata è la più estesa delle Marche ed è bagnata a est dal mare Adriatico e... Leggi tutto...
Immagine Glossario Meteo. Lettera C - Da Calabrosa a Coulomb
Calabrosa È uno strato di ghiaccio che si forma per l’immediata solidificazione di goccioline... Leggi tutto...
Immagine Detti popolari alla prova: il caso di San Medardo
Almanacchi, proverbi, detti popolari... Fino ad arrivare a Frate Indovino. Quanto ci piace... Leggi tutto...
Immagine Spaghetti Ensemble di Reggio Calabria
Reggio Calabria e gli spaghetti Ensemble attesi dalle corse del modello GFS località per... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Foggia (WRF)
Meteogramma previsto per Foggia. E' una carta che raffigura l'andamento nel tempo previsto per i... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Seconda Decade Dicembre 2017: marcata instabilità alternata a brevi fasi anticicloniche

Domenica 10 Dicembre 2017 00:00

Seconda Decade Dicembre 2017: marcata instabilità alternata a brevi fasi anticicloniche

La stagione Invernale 2017 al suo esordio sembra non ricalcare gli ultimi anni passati. Il monologo anticiclonico si è esaurito nella terza Decade di Novembre, favorendo più scambi meridiani. L'Alta pressione da giorni si è ritirata in Alto Atlantico, favorendo la discesa di alcuni impulsi artici. L'ultimo è scivolato lungo il Versante Adriatico nella giornata di Sabato 9 Dicembre, con precipitazioni diffuse e neve sul litorale romagnolo tra Ravenna e Rimini. Al Nord invece solo una sostenuta ventilazione settentrionale, seguita da intense gelate a tutte le quote (anche al Centro).Al suo seguito una perturbazione atlantica, che approfittando del freddo lasciato in eredità dal fronte artico, ha recato nevicate fino in Val Padana a fine Prima Decade.


Tra Lunedì 11 e Martedì 12 Dicembre si scaverà una profonda depressione al largo dei Mari occidentali italiani. Maltempo su gran parte della Penisola con precipitazioni anche intense su Liguria e settori alpini e prealpini. La quota neve a causa i forti venti di libeccio andrà salendo rapidamente, fino a raggiungere i 2000 metri. Comunque sulle Alpi avremo accumuli nevosi elevati, anche oltre mezzo metro sopra i 1800-2000 metri.

Mercoledì 13 Dicembre la depressione allenterà la presa sulla nostra Penisola, e si farà strada un pò di variabilità. Tempo migliore al Nord, qualche precipitazione residua al Sud. Temperature in leggera flessione ovunque.

Tra Giovedì 14 e Venerdì 15 Dicembre un nuovo impulso artico raggingerà il Bacino del Mediterraneo, con evoluzione al momento ancora incerta. Più probabile stavolta un maggior coinvolgimento dei Versanti Adriatici e il Sud, con precipitazioni nevose a quote relativamente basse.

Sicuramente un ottimo esordio invernale, con buoni propositi precipitativi.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presenta la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Fabio Porro

Stampa