Immagine Webcam - Lignano Sabbiadoro (Udine)
Webcam Lignano Sabbiadoro, in provincia di Udine (UD), regione Friuli Venezia Giulia. Splendida visuale offerta da lignanosabbiadoro.com

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Eruzioni vulcaniche esplosive: flussi piroclastici, domi, dicchi e neck
Fra i fenomeni più devastanti associati alle eruzioni vulcaniche esplosive ci sono i flussi... Leggi tutto...
Immagine Meteo Pasqua e Pasquetta 2019: l'evoluzione più probabile
Per domenica 21 e lunedì 22 si conferma il graduale cambiamento delle condizioni atmosferiche sul... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Avellino (WRF)
Meteogramma previsto per Avellino. E' una carta che fornisce l'andamento nel tempo previsto per i... Leggi tutto...
Immagine WRF TT-SWEAT (ita)
Mappa sull'Italia del modello WRF con altri due classici indici termodinamici: il Total Totals e lo... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Bergamo
La provincia di Bergamo è una provincia italiana della Lombardia di 1 108 298[3] abitanti, con... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Olbia Tempio
La provincia di Olbia-Tempio comprendeva la regione storica della Gallura (con eccezione del comune... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Terza Decade di Novembre 2016: lunga fase di maltempo su buona parte della Penisola

Domenica 20 Novembre 2016 00:00

Terza Decade di Novembre 2016: lunga fase di maltempo su buona parte della Penisola

La stagione autunnale nell'ultima Decade novembrina e nella sua corsa finale concluderà il proprio percorso con precipitazioni abbondanti localmente di forte intensità. Una profonda depressione colma di aria di estrazione polare-marittima posizionata sulla Penisola Iberica, nei prossimi giorni convoglierà vari sistemi nuvolosi verso la nostra Penisola. Altri fronti instabili proverranno anche dal Nord Africa, accompagnati da sostenuti venti sciroccali.

A partire da Lunedì 21 Novembre si aprirà una lunga fase instabile, localizzata per alcuni giorni sul Nord Ovest italiano dove ritroveremo le maggiori precipitazioni. Mentre le correnti fredde si "tufferanno" tra Atlantico e Penisola Iberica, correnti umide ed instabili risaliranno dal suo bordo orientale, scaricando ingenti quantitativi piovosi sul Nord Ovest italiano. Le precipitazioni insisteranno tra Liguria e Alpi occidentali, ma anche in Sardegna. Piogge anche sul versante tirrenico, meno insistenti sul resto del Paese.

La saccatura dovrà fare i conti con l'Alta pressione presente sulla Penisola Balcanica, e fino a Mercoledì 23 Novembre rimarrà sulle proprie posizioni dispensando altre precipitazioni sugli stessi settori. Da Giovedì 24 Novembre il campo di Alta pressione sulla Penisola Balcanica subirà una flessione, favorendo così l'avanzata della figura ciclonica verso gli altri settori della Penisola. Le piogge si estenderanno a buona parte del Paese, ma gli accumuli maggiori li ritroveremo ancora tra Alto Piemonte, bassa valle D'Aosta e Liguria Centro-occidentale.

Cadrà la neve sui monti a quote alte, tra i 1700-1800 metri. Le temperature non subiranno cali notevoli, a causa anche dello scirocco che soffierà dalle regioni meridionali fino alle Alpi. Il maltempo nell'ultimo weekend novembrino darà una tregua alle Regioni del Nord, mentre le piogge insisteranno ancora sui versanti Tirrenici e al Sud. Nel frattempo sulle Isole Britanniche si rafforzerà un campo di Alta pressione, che sposterà masse d'aria dalla Regione Polare verso l'est del Continente europeo. I nuovi scambi meridiani di fine Novembre ed Autunno meteorologico, potrebbero dare avvio ad una nuova fase di maltempo non più autunnale, ma prettamente invernale.

Tutto dipenderà dalla strada che prenderà l'aria fredda, proveniente dal nuovo "serbatoio" gelido che si formerà ad est della nostra Penisola.Secondo gli ultimi aggiornamenti dei maggiori Centri di Calcolo (GFS, ECMWF e GEM) tra la fine di Novembre e l'inizio di Dicembre si potrebbe concretizzare la prima invernata sul Bacino del Mediterraneo, con risvolti nevosi anche per la nostra Penisola.

Ricordiamo che si tratta di una stima di tendenza generale, piuttosto attendibile presa come indicazioni di massima, ma mai da mettere "in tasca" senza aggiornarsi quotidianamente! Seguite le nostre previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona!

 

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Fabio Porro

Stampa