Immagine Webcam - Colfiorito (Perugia)
Webcam a Colfiorito, frazione di Foligno, Perugia, regione Umbria. Qui con noi solo le webcam migliori!
Immagine Stazioni meteo e temperature massime esagerate
La caccia al record di temperatura misurata dalle stazioni meteo, nasconde l'insidia della... Leggi tutto...
Immagine Il clima della regione Valle D'Aosta
Il clima della regione Valle D'Aosta e tabelle climatiche per alcune località...
Immagine Meteorologia, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e proprietà
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e... Leggi tutto...
Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
In libreria il libro Guida pratica al Meteo per l'escursionista scritto dall'amico giornalista... Leggi tutto...
Immagine NAVGEM MSLP - 500hPa Temp
Pressione sul livello del mare, temperatura e geopotenziali a 500hPa dal modello NAVGEM
Immagine WRF MSLP 3hSnow (tuscia-orvietano)
Mappa tuscia-orvietano del modello WRF con altezza dello zero termico e l'accumulo di neve (in cm)... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima Decade di Agosto 2016 tra rimonte subtropicali e break temporaleschi

Lunedì 01 Agosto 2016 00:00

Prima Decade di Agosto 2016 tra rimonte subtropicali e break temporaleschi

Anche se nel mese di Luglio le perturbazioni atlantiche hanno mollato la "presa" sulla nostra Penisola, il passaggio di alcuni fronti perturbati hanno spesso causato danni ingenti e per fortuna senza la perdita di vite umane. Le saccature atlantiche interessano maggiormente il Nord Europa, e le perturbazioni sfiorano i settori settentrionali della nostra Penisola con precipitazioni localmente intense. L'ultimo passaggio instabile del 30-31 Luglio non è stato indolore, con innumerevoli allagamenti tra Piemonte e Lombardia, tetti scoperchiati e centinaia di alberi abbattuti. Solo nel lecchese nella mattinata di Domenica 31 Luglio si contavano oltre 500 interventi dei Vigili del Fuoco, per strade e case allagate, e alberi che ostruivano varie arterie stradali.

Nei prossimi giorni andranno ad esaurirsi i fenomeni instabili che hanno interessato dapprima le Regioni di Nord ovest, per "spegnersi" tra Nord est e parte del Centro. Qualche temporale potrà interessare la dorsale appenninica centro meridionale. L'Alta pressione di matrice oceanica immediatamente dopo lo strappo causato dalla perturbazione atlantica, propone un breve periodo di stabilità con temperature in rialzo fino alla giornata di Giovedì 4 Agosto. Le temperature inizialmente saranno gradevoli e sopportabili, poi inizieranno a salire e tornerà un po' di caldo, ma senza gli eccessi dei giorni scorsi. Intorno a Venerdì 5 Agosto l'arrivo di una nuova saccatura atlantica colma di aria fresca in quota riporterà nuovo maltempo al Nord, con precipitazioni ancora importanti che localmente potranno arrecare alluvioni lampo.

La saccatura, secondo le ultime emissioni dei maggiori Centri di Calcolo (GFS e ECMWF), evolverà in una goccia fredda a ridosso del Mar Ligure, per poi trasferirsi con il suo carico di precipitazioni intense dapprima verso la Sardegna e poi puntando verso le Regioni tirreniche e meridionali.

Nuovo break temporalesco accompagnato da un calo corposo delle temperature, dapprima al Nord e anche in estensione nel prossimo fine settimana (6-7 Agosto) al Sud e Isole Maggiori. Dall'8 Agosto la stabilità Meteo della nostra Penisola, ritornerà nelle mani dell'Alta pressione subtropicale.

Tempo stabile e temperature in rialzo accompagneranno l'Estate 2016 forse fino a Ferragosto.Le depressioni europei nel mese di Luglio sono state lontane dai nostri cieli, ma l'invecchiamento stagionale potrebbe favorire nuove intrusione atlantiche anche prima della data del 15 Agosto.

Come sempre avvertiamo che si tratta di una stima di tendenza generale, piuttosto attendibile presa come indicazioni di massima, ma mai da mettere "in tasca" senza aggiornarsi quotidianamente! Seguite quindi le nostre previsioni giornaliere e le mappe relative!

 

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Fabio Porro