Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni meteorologiche sullo sbarco degli alleati in Normandia? Come si svolse... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Radiosondaggi di Latina (WRF)
Radiosondaggi per la località di Latina. La previsione del modello WRF-NMM
Immagine WRF 850hPa RH (ita) - ARW by GFS
WRF ARW su dati GFS: mappa sull'Italia del modello fisico-matematico con l'umidità relativa e... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Ventotene (Latina)
Webcam Ventotene, panorama nella provincia di Latina (LT), regione Lazio.
Immagine Webcam - Fanano (Modena)
Webcam Fanano, Buca del Cimone, in provincia di Modena (MO), panorami dall'Appennino... Leggi tutto...
Immagine Il fenomeno atmosferico più distruttivo: il Tornado
La velocità del vento può superare i 500 km/h, mentre le correnti ascensionali toccano anche i... Leggi tutto...
Immagine Effetto Serra, arma a doppio taglio? Prima puntata: considerazioni e variabili i...
L’argomento si presta ad un doveroso approfondimento, data la sua importanza anche a livello... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Terza decade di Luglio 2015: alta pressione nord africana in momentaneo ritiro?

Martedì 21 Luglio 2015 00:00

Terza decade di Luglio 2015: alta pressione nord africana in momentaneo ritiro?


Anche se il mese di Luglio non supererà i record del nefasto 2003, sebbene si sia contraddistinto per una certa persistenza del caldo, le temperature in buona parte del Continente europeo e sulla nostra Penisola si sono mantenute su valori elevati.

L'Alta pressione nord africana (o meglio, il promontorio dell'anticiclone sub-tropicale spintosi verso le nostre regioni) a più riprese ha portato temperature elevate su tutti i settori italici, con afa su alcuni centri urbani insopportabile.Ondate di caldo che hanno colpito inizialmente soprattutto le regioni del centro-nord, versanti tirrenici e la Sardegna. Le città si sono trasformate in fornaci, con temperature apparenti (heat index) spesso oltre i 40°C.

Nei prossimi giorni temperature ed umidità rimarranno su valori elevati, salvo eccezioni. Solo a partire dal prossimo fine settimana, il flusso atlantico scenderà di latitudine apportando un lieve calo termico ed un ritorno ad un clima un po' più vivibile.

Dopo il 27 Luglio i modelli fisico-matematici sono piuttosto discordanti al momento in cui scriviamo. Alcuni scenari propongono una breve fase più instabile e relativamente fresca a cui seguirebbe una nuova "fiammata", altri confermano il ripristino e il mantenimento della fase di caldo intenso. Non resta che tenerci aggiornati anche con le nostre mappe in continuo aggiornamento!

 

Vari parametri attesi per il 21 Luglio 2015

Fabio Porro

Stampa