Immagine Le eccezionali grandinate del 18 Giugno 1997
Violente grandinate nel Giugno 1997 colpiscono l’agricoltura emiliano-romagnola. Chicchi di dimensioni eccezionali paragonabili a quelle di una palla da... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Meteo e Clima in Provincia di Napoli
Meteo e Clima in Provincia di Napoli, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Avellino
Meteo e Clima in Provincia di Avellino, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Spaghetti Ensemble di Potenza
Ensemble tratti dai dati del modello GFS località per località. Geopotenziale a 500hPa e la... Leggi tutto...
Immagine WRF Zero termico (ita) - ARW - ECM - Lamma
Mappa Lamma del modello WRF-ARW su base ECM che rappresenta la quota dello zero termico e le... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 5 - Nubi e precipitazioni
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, il Volume 5 dedicato alle Nubi e alle precipitazioni
Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon. Gli estremi del passato...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Alta pressione in gran forma... sul Nord Europa. L'italia sarà alle prese con infiltrazioni instabili

Stampa
Venerdì 05 Luglio 2013 00:00

Alta pressione in gran forma... sul Nord Europa. L'italia sarà alle prese con infiltrazioni instabili


Dopo alcune incertezze la stagione estiva ha ripreso il suo "corso" stagionale, grazie al ritorno dell'Alta pressione delle Azzorre.La posizione assunta dall'Alta pressione delle Azzorre non permetterà alle perturbazione atlantiche di "penetrare" nel sul nostro territorio. Tuttavia il campo anticiclonico è in rinforzo sul Nord Europa, segnatamente sulle Isole Britanniche e così i flussi perturbati non riuscendo ad interessare i settori italici, faranno un "lungo" giro, e riusciranno ad "entrare" in parte da nord, ma anche dai settori orientali.

Nei prossimi giorni inoltre tale alta pressione riceverà anche un contributo di aria di matrice sub-tropicale in quota, grazie ad il rinforzo dell'ICTZ (Linea di Convergenza intertropicale), in spostamento verso il nord-Africa, e quindi più vicino a noi.La campana anticiclonica darà i suoi effetti massimi tra domani Venerdì 5 e Mercoledì 10 Luglio, proprio tra Spagna e le Isole Britanniche, pertanto anche alle quote superiori l'Italia avrò a che fare con intrusioni più o meno instabili.


A partire da Giovedì 11 Luglio/Venerdì 12 Luglio la cupola anticiclonica inizierà a dare i primi "segni" di cedimento. Le correnti instabili inizieranno a scendere ulteriormente di latitudine, "puntando" l'Europa orientale. Ancora, una parte di questa aria instabile, riuscirà ad interessare alcuni settori della Penisola, specie tra Alpi, Prealpi e Appennino.Nei giorni successivi non cambierà di molto lo "scenario" meteorologico, con l'Alta pressione nuovamente ben "salda" su buona parte dell'Europa, con geopotenziali leggermente" deboli" sull'est Europa.

Verso la terza decade di Luglio con un ulteriore rinforzo della Linea di Convergenza intertropicale (ITCZ), probabilmente l'Alta pressione delle Azzorre potrebbe "abdicare" verso il suo "omonimo" di matrice sub-tropicale, con un ulteriore rialzo termico.Ne riparleremo.A completamento del mio editoriale, vi accludo la mappa a 5000 metri, con "annesse" temperature e geopotenziali prevista dal nuovo modello della Marina USA NAVGEM per la giornata di Giovedì 11 Luglio.

Pressione e piogge attese per l'11 Luglio 2013


Fabio Porro