Immagine Le alluvioni in Campania: breve ma significativa carrellata di eventi
Iniziamo questa analisi occupandoci del 29 ottobre 2015, quando una forte pertubazione Atlantica (vedi mappa sinottica in calce) causa un evento alluvionale... Leggi tutto...
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
Pensato per tutti gli appassionati delle montagne friulane che vogliono affrontare le loro uscite... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine WRF Wind 10m (ita) - 7km ARW by GFS
Modello WRF-ARW-7km inizializzato su GFS con la tipica carta, qui per l'Italia, dei venti previsti... Leggi tutto...
Immagine Spaghetti Ensemble di Perugia
Spaghetti con Perugia protagonista in questo gruppo Ensemble del modello americano GFS. Previsione... Leggi tutto...
Immagine LA PERDITA DELLA VARIABILITÀ METEOROLOGICA DELLE NOSTRE LATITUDINI
Persistenza di circolazioni anticicloniche e latitanza di perturbazioni strutturate, capaci di... Leggi tutto...
Immagine L’INVERNO «NORMALE» SI AFFACCIA ALL’ORIZZONTE: DA DOMENICA VERSO CONDIZION...
A partire dal fine settimana il Mediterraneo centro-occidentale risentirà sempre di più... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

PROBABILE PASSAGGIO INSTABILE CON ANNESSO CALO TERMICO ALL’INIZIO DELLA PROSSIMA SETTIMANA

Scritto da Andrea Corigliano Mercoledì 22 Marzo 2023 00:00

PROBABILE PASSAGGIO INSTABILE CON ANNESSO CALO TERMICO ALL’INIZIO DELLA PROSSIMA SETTIMANA

Evoluzione attesa per il 27-28 marzo 2023Durante questa settimana il flusso perturbato atlantico resterà confinato all’Europa centro-settentrionale, mentre il bacino del Mediterraneo sarà maggiormente coinvolto dal campo anticiclonico subtropicale che, oltre a portare tempo stabile, aiuterà le temperature a mantenersi su valori decisamente miti per il periodo. Una modifica della situazione meteorologica si verificherà probabilmente tra domenica 26 e martedì 28, quando lo sviluppo meridiano di una saccatura artica con perno sulla penisola scandinava andrà a coinvolgere anche il bacino centrale del Mediterraneo con il passaggio della parte periferica dell’ampio cavo d’onda (vedi figura).

La posizione che andrà ad assumere la vasta circolazione depressionaria non sarà però favorevole all’ingresso di un flusso umido ben strutturato sulle regioni settentrionali perché la ventilazione tenderà a disporsi velocemente da nord-ovest, stante l’incalzare da occidente di una nuova cresta anticiclonica. In secondo luogo, anche laddove le condizioni di instabilità dovrebbero perlomeno lasciare una traccia del loro passaggio, ad oggi siamo ancora di fronte a uno scenario che è soggetto ad una incertezza piuttosto elevata, anche a causa della rapidità con cui dovrebbe avvenire l’evoluzione dell’intero sistema: ne dà testimonianza il netto peggioramento del grado di affidabilità dello scenario tra lunedì 27 e martedì 28 che scade da discreto a pessimo in appena ventiquattro ore.

È questa un’indicazione del modello da non sottovalutare perché ci informa che lo scenario può ancora andare incontro a correzioni non trascurabili circa la posizione della saccatura e quindi, di riflesso, delle caratteristiche della fenomenologia ad essa associata. È ovvio che la disposizione del flusso determinerà l’ingresso di aria più fredda e quindi un certo calo delle temperature sarà da mettere in conto, ma anche in questo caso ci troviamo di fronte a una previsione che dovrà essere definita meglio nei prossimi giorni perché tutte le grandezze atmosferiche calcolate si stanno ancora muovendo su confini variabili dei valori che andranno effettivamente a quantificare tutti gli aspetti di questo probabile passaggio instabile.



Aspettiamo quindi ancora qualche aggiornamento prima di dare informazioni soprattutto sulla distribuzione delle precipitazioni e sul calo termico pur sapendo tuttavia che questo tipo di disegno sinottico non è favorevole ad avere un passaggio piovoso significativo su quelle aree, come le regioni di Nord-Ovest, che più di tutte aspettano l’arrivo della vera pioggia e non di quattro gocce.

Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa