Immagine Meteogramma di Cagliari (WRF)
La previsione dei parametri atmosferici raffigurati in un'unica carta: il meteogramma della città di Cagliari

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Massa Carrara
La provincia di Massa-Carrara si suddivide convenzionalmente in due zone principali, distinguibili... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Matera
La provincia di Matera è dal punto di vista geografico divisa in due tipologie, una pianeggiante... Leggi tutto...
Immagine Radar area parte dell'Italia Centrale
Mappa Radar a cura di CETEMPS, parte dell'Italia Centrale.(Se la mappa non è aggiornata prova a... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Orvieto (Terni)
Webcam ad Orvieto, splendida città in provincia di Terni, regione Umbria. Piazza del Duomo.
Immagine L'indice di Scharlau per il disagio climatico
Per via sperimentale, senza considerare il vento, Scharlau ha messo in relazione la temperatura... Leggi tutto...
Immagine Gli indici biometeorologici o di disagio
La temperatura dei “poichilotermi”, invece, segue tali variazioni. Il mantenimento... Leggi tutto...

Analisi situazione al 27 Luglio 2021

Scritto da Andrea Corigliano Martedì 27 Luglio 2021 00:00

Analisi situazione al 27 Luglio 2021

Circolazione attesa per il primo agosto 2021Scrivo due righe per spiegare che cosa sta succedendo. La configurazione sinottica che sta interessando e che interesserà almeno fino alla fine del mese il Mediterraneo centro-occidentale è purtroppo la fabbrica di due eventi estremi in particolare: elevate temperature e violenti temporali. La situazione prevista per la notte tra il 31 luglio e il 1° agosto (in allegato) può essere presa come esempio anche per comprendere la ripetitività con cui nelle ultime settimane il Nord Italia è stato spesso teatro di nubifragi e di grandinate anche devastanti, mentre il Sud ha dovuto e dovrà ancora sperimentare fasi a tratti eccessivamente calde. Tutto scorre lungo quella linea nera tratteggiata che si alza e si abbassa di latitudine e segna il confine tra due tipi di tempo: a nord quello instabile legato alla circolazione depressionaria del Nord Europa che sospinge aria fresca atlantica in direzione del continente e a sud quello stabile legato all’espansione del promontorio nord africano che trasporta soprattutto verso il nostro meridione aria subtropicale continentale. Dal momento che questa situazione si presenta sostanzialmente stazionaria e tale resterà ancora nei prossimi giorni, sull’Italia l’atmosfera continuerà a trovarsi nelle condizioni di accumulare e rilasciare energia a ripetizione, come se ci fosse un nastro che viene continuamente riavviato per vedere il solito film. L’energia potenziale è massima a sud della linea nera tratteggiata, mentre quella cinetica è massima a nord della linea nera tratteggiata perché qui l’instabilità dell’aria converte il potenziale energetico in nubifragi, grandinate e colpi di vento. Fin tanto la configurazione non evolve o si modifica, il serbatoio non si svuoterà di carburante e ci sarà sempre una miccia pronta ad accendere intensi moti convettivi.





Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera


Stampa