Immagine Breve storia della neve ad Udine
Quante volte abbiamo sentito ripetere dagli anziani "ai miei tempi sì che nevicava, gli inverni erano molto più freddi, a Natale si spalava la neve... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine WRF MSLP 24hPrec (centro-sud) - ARW
Mappa Centro-Sud Italia del modello WRF-ARW con la pressione al suolo (MSLP) e l'accumulo... Leggi tutto...
Immagine Spaghetti Ensemble di Reggio Calabria
Reggio Calabria e gli spaghetti Ensemble attesi dalle corse del modello GFS località per... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Pescara
Quella di Pescara è la provincia meno estesa della regione Abruzzo, sebbene abbia la più alta... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Bolzano
La provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige è la più settentrionale delle province della... Leggi tutto...
Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 5 - Nubi e precipitazioni
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima Decade Luglio 2020: Estate sulle montagne russe: performance sotto tono?

Martedì 30 Giugno 2020 00:00

Prima Decade Luglio 2020: Estate sulle montagne russe: performance sotto tono?

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Le stagioni spesso non seguono i canoni della normalità, con gli Anticicloni lontani dal Bacino del Mediterraneo. L'Alta europea spesso si rifugia sul Nord Europa e se non fosse per l'espansione dell'Anticiclone nord africano (o sub-tropicale in quota), le nostre estati sarebbero sotto tono. Nei giorni scorsi il mix dei due Anticicloni ha dato stabilità a tutto la nostra Penisola, chiudendo finalmente il canale depressionario.

Ma nei prossimi giorni continuerà il braccio di ferro tra l'Alta nord africana e le correnti instabili atlantiche. Farà caldo in Val Padana con valori pomeridiani tra 32/35°C. Gran caldo sul resto della Penisola, con valori pomeridiani prossimi ai 38/39°C.

Tra Giovedì 2 e Venerdì 3 Luglio le correnti fresche ed instabili atlantiche ritorneranno ad interessare le regioni settentrionali, con fenomeni localmente di forte intensità. Tutto accompagnato da un calo delle temperature, e una sostenuta ventilazione settentrionale. Il caldo si rifugerà al Sud, specie nelle zone interne di Basilicata, Puglia e in Sicilia.

Una breve pausa anticiclonica interesserà le Regioni del Nord tra Sabato 5 e Lunedì 6 Luglio, mentre i rilievi del Sud saranno interessati da locali rovesci. Una nuova accentuazione dell'instabilità la ritroveremo a partire da Martedì 7 Luglio, a causa del transito di un nuovo fronte perturbato.Alpi, Prealpi, zone adiacenti saranno ancora bersaglio di temporali, rovesci, e di un clima più fresco. L'Estate invece proseguirebbe indisturbata al Sud e nelle Isole Maggiori, ma senza eccessi termici.

La prima Decade di Luglio potrebbe concludersi con il ritorno dell'Alta pressione per tutti i settori italici...Ma andrà veramente così?


Per i dettagli, vai alle previsioni per oggi, domani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presente la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

A cura di Fabio Porro

Stampa