Immagine Asma e temporali: confermato l'aumento dei casi
Asma e temporali: confermato l'aumento dei casi. Tutti i dettagli. Ce ne parla Fabio Porro.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Novembre 1994, Piemonte: i perché di un alluvione
Novembre 1994: alluvione nel Nord Ovest dell'Italia. Violenta ondata di maltempo con vittime e... Leggi tutto...
Immagine Estremi meteo: i casi passati di grandi siccità in Italia
Estremi meteo: i casi passati di grandi siccità in Italia, non solo d'estate...
Immagine WRF CAPE - CIN (sud)
Modello WRF con la carta per il Sud di due tipici indici termodinamici: il CAPE (misura l'energia... Leggi tutto...
Immagine WRF MSLP 3hPrec (ita) - ARW
Classica mappa del modello WRF-ARW con pressione al suolo e accumulo delle precipitazioni... Leggi tutto...
Immagine Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo e della vita - Piero Angela
Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo e della vita - Piero Angela
Immagine Meteorologia, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e proprietà
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Seconda Decade Luglio 2018: alta pressione con fiammata e insidie atlantiche

Martedì 10 Luglio 2018 00:00

Seconda Decade Luglio 2018: alta pressione con fiammata e insidie atlantiche

Finalmente (per chi piace...) la stagione estiva ha ripreso coraggio, caldo e stabilità spadroneggeranno per un po' di giorni, specie al Centro-Sud. Alta pressione delle Azzorre più coraggiosa, ma anche con l'apporto di aria più calda dall'entroterra africano. Infatti dopo un inizio di stagione sotto tono, il Monsone di Guinea comincia a movimentare masse d'aria molto calde ben oltre la consueta posizione della linea di convergenza intertropicale (ITCZ). Situata mediamente in prossimità dell'Equatore, la scorsa Estate era molto protesa verso il Nord Africa, con masse d'aria molto calde, che hanno infiammato anche il Bacino del Mediterraneo con picchi termici elevatissimi. Nei prossimi giorni (secondo i dati forniti dal NOAA) la linea di convergenza tenderà ad espandersi verso nord. Lecito dunque aspettarsi una fase di caldo per l'ìntera Penisola, ma comunque almeno per il momento non avremo i valori elevati della scorsa stagione.


Tempo stabile e soleggiato al Centro-Sud, passaggi instabili invece al Nord ad inizio decade quando l'alta pressione concederà solo qualche spunto temporalesco sui rilievi, specie quelli del Nord, con locali sconfinamenti. Il caldo sarà via via più accentuato al Centro-Sud. Nel WeekEnd tendenza a tempo più stabile anche al Settentrione, mentre il caldo diventa più intenso al Centro-Sud.
Poi da Lunedì 16 Luglio il flusso perturbato si abbasserà di nuovo, coinvolgendo le regioni settentrionali e in parte quelle centrali. Temporali e rovesci si alterneranno a brevi schiarite, il tutto accompagnato da un calo termico. Nulla cambierà al Sud, dove caldo e belle giornate saranno ancora protagonisti. A fine decade tendenza a nuova stabilizzazione dell'atmosfera.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presente la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS


A cura di Fabio Porro