Immagine WRF MSLP - 500hPa Temp (centro-sud)
Modello WRF con la mappa per il Centro-Sud della temperatura e dell'altezza geopotenziale a 500 hPa e la pressione MSLP, ovvero riferita al suolo.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Cosa sanno le nuvole? - Paolo Sottocorona
E' con il commento di Debora, una cara lettrice del nuovo libro del Capitàno Paolo... Leggi tutto...
Immagine Come interpretare e usare le previsioni del tempo
Il bagaglio meteo-culturale dell’italiano medio ed il suo approccio ad una previsione meteo,... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Cagliari
La provincia di Cagliari è una provincia italiana della Sardegna, comprendendo 71 comuni.... Leggi tutto...
Immagine Il mistero della fonte di calore sotto l'Antartide orientale
Secondo un nuovo studio, nascosto sotto l'Antartide orientale esisterebbe qualcosa di caldo e... Leggi tutto...
Immagine Il clima di Milano e Bologna: l'analisi del 2012
L’inverno 2012 è iniziato nel peggiore dei modi, con l’ingombrante presenza dell’anticiclone... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Terza Decade Giugno 2018: Estate ancora in affanno?

Mercoledì 20 Giugno 2018 00:00

Terza Decade Giugno 2018: Estate ancora in affanno?

Stagione estiva sicuramente (al momento), non paragonabile a quelle dello scorso anno. Estate 2017 contrassegnata dalla presenza dell'Anticiclone "africano", con valori termici elevatissimi e qualche pausa fresca. Alla base di tutto la strapotenza del Monsone di Guinea sempre in forma, in grado di spostare masse d'aria molto calde dal Continente africano verso il Mediterraneo. Ai giorni nostri invece questo è meno invadente, e almeno fino ai primi di Luglio non dovrebbe arroventare le nostre giornate. L'Alta pressione delle Azzorre ha alzato la testa nei giorni scorsi, regalando splendide giornate al Centro-Nord. Il Sud e la Sicilia (e alcune altre zone d'Italia) invece hanno dovuto confrontarsi con i temporali, a causa dell'isolamento di una goccia fredda in quota e inflitrazioni di aria instabile. Tessuto anticiclonico che a partire da Venerdì 21 Giugno sarà eroso da correnti più fresche ed instabili. Rovesci e temporali interesseranno maggiormente il Nord-Est ed il versante Adriatico. Fenomeni scarsi sul resto del Nord. Successivamente la goccia fredda tenderà ad isolarsi al Sud, con rovesci e temporali localmente di forte intensità. Tutto accompagnato da un calo vistoso termico e venti sostenuti da Nord-Est.In dettaglio:


Giovedì 21 Giugno, Solstizio d'Estate. Ancora bel tempo ovunque, caldo fastidioso in Val Padana, mitigato lungo le Coste. Qualche raro rovescio lungo la dorsale appenninica.
Venerdì 22 Giugno tempo in veloce peggioramento lungo l'alto e medio Adriatico e tutto il Nord-Est. Rovesci e temporali in estensione entro il pomeriggio anche alle zone interne del Centro. Nubi sparse sul resto del Nord, calano le temperature.
Sabato 23/Domenica 24 Giugno ancora tempo instabile al Centro-Sud, bello sul resto della Penisola. Clima gradevole ovunque, molto fresco di prima mattina.
Da Lunedì 25 a Mercoledì 27 Giugno.Bel tempo al Nord, ancora rovesci e temporali al Sud. Instabilità ancora nelle zone interne del Centro. Clima ancora gradevole, massime diurne ancora inferiori alla media stagionale di alcuni gradi.
Tendenza per Giovedì 28/Sabato 30 Giugno. Ritorna l'Alta pressione oceanica nel Bacino del Mediterraneo con bel tempo su tutta la Penisola e caldo in accentuazione.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presente la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS


A cura di Fabio Porro

Stampa