Immagine WRF 0C-12hSnow (ita - backup)
Modello fisico numerico WRF con l'accumulo di neve previsto sull'Italia in 12 ore (in cm) e lo zero termico. Mappa di backup.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Webcam - Sigillo - Monte Cucco (Perugia)
Webcam sul Monte Cucco, a Sigillo in provincia di Perugia (PG), regione Umbria.
Immagine Webcam - Barcis (Pordenone)
Webcam a Barcis, in provincia di Pordenone (PN), regione Friuli Venezia Giulia. Di meteo.fvg.it
Immagine CALDO "anomalo" tipico di MAGGIO, alcuni valori di temperatura raggiunti il 23 M...
Sabato 23 marzo, le temperature massime hanno per lo più oscillato tra 19 e 24 °C, specie al... Leggi tutto...
Immagine Analisi INVERNO 2015, zona Milano Sud
L’inverno 2015 è stato caratterizzato da due fasi: la prima di stampo anticiclonico, la seconda... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima Decade Gennaio 2018: grande variabilità, poi maltempo atlantico

Domenica 31 Dicembre 2017 00:00

Prima Decade Gennaio 2018: grande variabilità, poi maltempo atlantico

La stagione invernale 2017/2018 ha preso avvio con estrema dinamicità. Nel mese di Dicembre le intrusioni artiche verso il Bacino del Mediterraneo sono state frequenti, e anche le perturbazioni atlantiche hanno visitato spesso la nostra Penisola. Un ottimo "movimento" che ha portato precipitazioni abbondanti, tanta neve su Alpi e Appennino e in parte anche in Val Padana. Neve che ha imbiancato per alcune ore la città di Milano, evento poco frequente negli ultimi anni.

I primi giorni del 2018 saranno segnati da una grande variabilità, poi verso la Festività dell'Epifania avremo il passaggio di una intensa perturbazione. Piogge al piano e neve oltre i 1400 metri, in un contesto climatico non freddo, almeno inizialmente.


Ma in dettaglio...
Lunedì 1° Gennaio 2018
Al Nord moderato maltempo su Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto. Neve oltre i 1200 su Alpi.Piogge anche lungo il Versante Tirrenico, Centro e Campania. Rare precipitazioni sul Versante Adriatico, più asciutto sul resto del Sud. Clima molto mite.

Martedì 2 Gennaio
Nubi al Nord ma senza precipitazioni importanti, tempo instabile al Centro Sud e Versante Adriatico. Migliora poi dal pomeriggio/sera su Toscana, Marche, Umbria, Sardegna. Clima non freddo.

Da Mercoledì 3 a Venerdì 5 Gennaio
Tante nubi, ma senza precipitazioni di rilievo sulla Penisola. Temperature ancora sopra le medie stagionali.

Sabato 6 Gennaio
Peggiora al Nord Ovest, centrali Tirreniche e Sardegna. Neve su Alpi oltre i 1400-1600 metri. Rare precipitazioni al Sud.

Domenica 7 Gennaio
Ancora precipitazioni al Nord, in estensione al Centro. Neve oltre i 1600 metri di quota. Clima più autunnale, che invernale. Ancora in attesa il Sud.

Lunedì 8/Mercoledì 10 Gennaio
Continua la fase piovosa al Nord, con quota neve in calo sotto i 600 metri. Clima più freddo. Fenomeni in estensione anche al Sud.Temperature stazionarie, ventoso su buona parte della Penisola.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presenta la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Fabio Porro

Stampa