Immagine Il clima della regione Toscana
La Toscana è una regione piuttosto estesa e con caratteristiche diverse da zona a zona. Le temperature medie annue registrano i valori più elevati attorno ai... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli
 è un saggio che tratta temi di grande e pressante attualità, dedicato a tutti coloro che... Leggi tutto...
Immagine Centrometeo e l'Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (...
Centrometeo è orgoglioso di annunciare di far parte, nella persona di Fabio Febbraro Gervasi (lo... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Avellino
La provincia di Avellino è una provincia italiana della Campania di 425 325 abitanti, secondo i... Leggi tutto...
Immagine Meteo Mercoledì Italia
Meteo Italia Mercoledì, le previsioni del tempo con mappe e simboli riassunte per un'immediata... Leggi tutto...
Immagine Fronte freddo, caldo e occluso: i "giochi" atmosferici delle masse d'aria
Tra i protagonisti delle vicende meteorologiche, oggetto di monitoraggio e delle previsioni del... Leggi tutto...
Immagine Fine settimana con esasperato scambio meridiano delle correnti che porterà aria...
Cari amici ben ritrovati. Propongo un breve aggiornamento relativo all’evoluzione prevista tra... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Seconda decade di Novembre 2016 contesa tra Anticicloni e depressioni atlantiche

Sabato 12 Novembre 2016 00:00

Seconda decade di Novembre 2016 contesa tra Anticicloni e depressioni atlantiche

Il cammino di ogni stagione è influenzato da alcuni elementi, che giocano un ruolo importante positivo e spesso negativo. Mai come nelle stagioni autunnali e invernali, il comportamento del Vortice Polare può determinare lo svolgimento secondo i canoni naturali. Un Vortice Polare molto disturbato dalle espansioni degli anticicloni può determinare fasi molti instabili sul Bacino del Mediterraneo. In poche parole tante occasioni precipitative per la nostra Penisola, con termiche spesso le medie stagionali. Un Vortice Polare chiuso a "riccio", vale dire depressioni arroccate sul Nord Europa, e porte spalancate agli Anticicloni verso il Bacino del Mediterraneo.

L'Anticiclone oceanico da alcuni giorni poggia le sue radici ad ovest del Continente europeo, favorendo lo scorrimento di alcune deboli perturbazioni al di là della catena alpina. Mentre le precipitazioni nevose sono state copiose tra Svizzera, Austria, Francia e Germania fino alle pianure adiacenti, sui nostri rilievi l'accumulo nevoso è stato nei maggiori casi modesto.

Tra oggi (Sabato 12) e Giovedì 17 Novembre il maltempo si trasferirà al Centro-Sud con fenomeni anche intensi. Mentre il Nord sarà interessato da nubi in transito e soprattutto da un nuovo calo termico, a causa dei venti freschi orientali. Le temperature al Sud e nelle Isole Maggiori nonostante la copertura nuvolosa, risulteranno miti a causa dei sostenuti venti da scirocco. Alcune frange nuvolose potranno recare qualche debole precipitazioni sul nord-ovest nella serata di Domenica 13 Novembre, in contesto termico ancora freddo. L'Alta pressione oceanica riuscirà a frenare l'avanzata delle piovose perturbazioni atlantiche fino a Giovedì 17 Novembre, quando al Centro-Sud avremo le prime schiarite ed un ritorno a condizioni discrete.

Un nuovo rallentamento della corrente a getto favorirà la discesa di una incisiva saccatura con precipitazioni abbondanti e neve a quote localmente basse. Maltempo che interesserà le Regioni Settentrionali a partire dalla giornata di Venerdì 18 Novembre, in contesto termico ancora mite. Tempo stabile invece sul Sud e Isole Maggiori, con buon soleggiamento e temperature in ripresa. Il freddo verrà nuovamente ricacciato verso l'est Europa, mentre la ventilazione occidentale andrà a mitigare buona parte del Continente europeo. I nuovi fronti atlantici potrebbero far da "calamita" al serbatoio gelido posizionato sull'Est Europa, e così si potrebbero aprire "scenari" invernali molto interessanti.

Ricordiamo che si tratta di una stima di tendenza generale, piuttosto attendibile presa come indicazioni di massima, ma mai da mettere "in tasca" senza aggiornarsi quotidianamente! Seguite le nostre previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona!

 

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Fabio Porro

Stampa