Immagine WRF Wind Gust (ita) - ARW by GFS
Modello WRF-ARW (su base GFS) con la mappa sull'Italia dei venti a 10 metri. La peculiarità di questa carta è l'individuazione dei picchi massimi.
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Webcam - Aosta (Aosta)
Webcam Aosta (AO), capoluogo della regione Valle d'Aosta. Piazza Chanoux e l'Arco d'Augusto... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Viterbo
Webcam a Viterbo (VT), regione Lazio. Vista direzione Ovest, con la cupola del Santuario di Santa... Leggi tutto...
Immagine L’ANOMALIA E LA NORMALITÀ
Se facessimo un sondaggio per chiedere quali delle due immagini incarnano la stagione in corso,... Leggi tutto...
Immagine L'indice Wind Chill (WC) di disagio climatico
Nel 1941 i ricercatori Paul Siple e Charles Passel si trovavano in Antartide e misurarono il tempo... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Cagliari
La provincia di Cagliari è una provincia italiana della Sardegna, comprendendo 71 comuni.... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Avellino
La provincia di Avellino è una provincia italiana della Campania di 425 325 abitanti, secondo i... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima decade di Giugno 2016: Alta pressione africana o flusso atlantico?

Mercoledì 01 Giugno 2016 00:00

Prima decade di Giugno 2016: Alta pressione africana o flusso atlantico?

La stagione primaverile si è appena congedata con una nuova ondata di temporali e rovesci, più insistenti e localmente forti al Settentrione.Nei giorni scorsi dopo una breve parentesi anticiclonica con temperature molto gradevoli al Nord e molto estive specie al Sud e nelle Isole Maggiori (temperature massima oltre i 30°C), il flusso atlantico è nuovamente ridisceso verso il Bacino del Mediterraneo. Dapprima il maltempo ha colpito alcuni Stati europei, tra cui Germania e Olanda, con intense precipitazioni accompagnate da venti impetuosi e devastanti grandinate.Maltempo che si è trasferito nel corso del trascorso fine settimana al Settentrione, con fenomeni temporaleschi di forte intensità tra Pedemontane e Val Padana.

Nei prossimi giorni l'Alta pressione oceanica rimarrà ben arroccata sulla Penisola Scandinava, mentre l'altra di origine sub tropicale riuscirà a fatica a raggiungere le nostre Regioni meridionali. Tra le due rimarrà attivo un canale depressionario, rinvigorito da aria fresca proveniente dal Nord Europa.

Una sinottica più invernale che estiva, con tempo stabile sulla Penisola Scandinava e temperature molto miti. Secondo la media degli scenari del modello americano GFS, l'instabilità dovrebbe prolungarsi almeno sino a Domenica 5 Giugno con la presenza di rovesci e temporali a zonzo per l'intera Penisola. Solo a partire da Martedì 7 Giugno con la chiusura del canale perturbato nel cuore del Vecchio Continente e con una modesta spinta dell'Alta africana, avremo un deciso miglioramento del Tempo. Finalmente le temperature ricominceranno a salire, ma non toccando valori elevati.

Bel tempo che riuscirà a spingersi fino alla fine della decade, ma nuove insidie instabili potrebbero già raggiungere il settentrione. Insomma Giugno potrebbe continuare sulla falsariga di Maggio, tra brevi rimonte anticicloniche africane e passaggi perturbati piuttosto insidiosi.

Come sempre avvertiamo che si tratta di una stima di tendenza generale, piuttosto attendibile presa come indicazioni di massima, ma mai da mettere "in tasca" senza aggiornarsi quotidianamente! Seguite quindi le nostre previsioni giornaliere e le mappe relative!

 

Pressione tendenza 7 Giugno 2016

Fabio Porro

Stampa