Immagine Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli
Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli. Un saggio dedicato a tutti coloro che desiderano informazione senza esagerazioni e superficialità.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Meteogramma di Lecce (GFS)
Meteogramma per la città di Lecce. Veloce consultazione della previsione per vari valori... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Latina (GFS)
Meteogramma dal modello GFS per Latina. Tanti i parametri di previsione. Vantaggio: maggiore... Leggi tutto...
Immagine Il clima della regione Trentino-Alto Adige
Il clima della regione Trentino-Alto Adige e tabelle climatiche per alcune località...
Immagine Le prime indicazioni sul tempo di Pasqua 2019
Le prime indicazioni sul tempo di Pasqua 2019, con il nostro Andrea Corigliano.
Immagine Webcam - La Spezia (La Spezia)
Webcam La Spezia, regione Liguria. Un panorama davvero stupendo. Una accurata selezione delle... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Alleghe - Monte Civetta (Belluno)
Webcam per Alleghe, con una bellissima veduta del Monte Civetta, in provincia di Belluno, regione... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Verso un Santo Natale 2012 mite e piovoso: il freddo ritornerà dal nuovo anno

Giovedì 01 Novembre 2012 00:00

Verso un Santo Natale 2012 mite e piovoso: il freddo ritornerà dal nuovo anno


Non sarà sicuramente un "Bianco" Natale, come qualche giorno fa avevano preventivato i maggiori centri di calcolo.Dopo lo "splittamento" del Vortice Polare delle scorse settimane e le nevicate fino al piano dapprima al settentrione, sulle coste romagnole e persino fino in Sicilia, il suo "ricompattamento" ha riaperto la "porta" alle perturbazioni atlanticheIl freddo si è "arroccato" sull'Europa orientale con termiche notevoli, gelate estese, e bufere di neve fino quote pianeggianti.

Mentre il modello previsionale americano GFS negli ultimi run, aveva "preventivato" un ritorno a condizioni invernali proprio nella giornata di Natale, a causa di correnti gelide da est, in concomitanza con l'arrivo di un fronte atlantico, il modello europeo ECMWF ne prevedeva solo una parziale "intrusione" sulla nostra Penisola, con ripercussioni nevose e gelide, quasi nulle.Ora anche il modello americano si è "allineato" a quello europeo, annullando di fatto l'intrusione gelida, "confinandola" sulla Penisola Balcanica.


Il fronte atlantico dopo aver interessato il centro nord, con piogge e nevischio a quote basse, porterà nuove precipitazioni al centro-sud tra Venerdì 21 e Sabato 22 Dicembre. Le temperature con l'apporto di aria mite nord-africana, inizieranno a risalire, e nella giornata Domenica 23 Dicembre ritroveremo lo zero termico paradossalmente oltre i 2500 metri.Lunedì 24 Dicembre, Vigilia di Natale giungerà una nuova perturbazione atlantica al centro-nord, con qualche pioggia e neve oltre i 2000 metri.Il maltempo si protrarrà anche nella giornata di Natale: sulle Alpi la neve cadrà inizialmente oltre i 1800/2000m per poi portarsi la sera del 25 Dicembre sin verso i 1200m. Sulla dorsale settentrionale la quota neve sarà elevatissima. Temperature miti ovunque. Al Sud e sulle Adriatiche si potranno raggiungere e persino superare i 20/22°C. Altro che "invernata"!

Il flusso "zonale proseguirà ad interessare la nostra Penisola almeno fino a Capodanno, in un contesto termico molto mite, a tratti perturbato specie sulle regioni centro-settentrionali.E' probabile che questa anomalia termica possa già "mutare" all'inizio del nuovo anno, quando il Vortice Polare "disturbato" nuovamente da rimonte delle alte pressioni sub-tropicali, subisca nuovamente un nuovo splittamento.Le correnti artiche ritornerebbe a "dominare" il secondo mese invernale, con "scenari" invernali nuovamente a quote basse o di pianura per i nostri settori del nord.

Carta sinottica per il 25 dicembre, pressione e geopotenziale

Precipitazioni e pressione atmosferica per le 00UTC del 25 dicembre

Fabio Porro


Stampa