Immagine Radiosondaggi di Cuneo (WRF)
Radiosondaggi attesi sulla città di Cuneo. Modello WRF-NMM

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Webcam - Bardonecchia (Torino)
Webcam a Bardonecchia Chesal, provincia di Torino (TO), regione Piemonte. Siamo intorno ai 1300 m... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Caprarola (Viterbo)
Webcam a Caprarola, in provincia di Viterbo, (VT), regione Lazio.
Immagine Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo e della vita - Piero Angela
Non che ci sia bisogno di evidenziarlo, ma ancora una volta Piero Angela conferma come sempre la... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 6 - Peculiarità atmosferiche nel Mediterraneo e in Italia
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine I Modelli matematici e il grande pubblico
Notevole è l'offerta che ci viene proposta, dalle previsioni giornaliere, a quelle a lungo... Leggi tutto...
Immagine Cambiamenti climatici: l'impero egiziano caduto per colpa della temperatura?
Forse è stato il cambiamento climatico ad aver accelerato la caduta dell’Impero egiziano. A... Leggi tutto...

L'esposizione al Sole: rischi e benefici

L'esposizione al Sole: rischi e benefici
 

Bellissimo Sole al tramonto

L'esposizione del nostro corpo ai raggi solari è molto importante per la nostra salute, ma bisogna ben calibrare le "dosi" benefiche, di cui il nostro corpo a sempre bisogno.Talvolta durante la stagione estiva e anche primaverile (o in inverno in montagna, ad esempio nel corso delle settimane bianche), ci esponiamo per molte ore ai raggi solari, e spesso anche nelle ore centrali.

Gli effetti negativi e molto pericolosi per la nostra salute sono osservabili a poche ore dall'esposizione, con vasodilatazione ed eritema.A distanza di alcuni giorni si ha l'aumento della pigmentazione cutanea, una reazione del corpo nei confronti dei raggi UV.

Sono proprio i raggi UV la parte più dannosa dell'irradiazione solare.Questi si dividono in tre categorie: UVA, UVB, UVC. La parte di radiazione che arriva sulla terra è composta dal 95% di raggi UVA, e dal 5% di raggi UVB, il resto viene bloccato dallo strato di ozono.

I livelli di raggi UV si innalzano con l’aumentare dell’altitudine (6-8% ogni 1.000 metri di quota) e dell’altezza del sole (cioè l’angolo tra un piano orizzontale e la direzione dei raggi solari), e con il diminuire della latitudine e della nuvolosità. L'eritema solare, il classico arrossamento della pelle, se non curato in modo rapido si può trasformare in ustioni gravi. 

Oggi attraverso alcuni prodotti di protezione, crema solari e spray, tra cui alcuni "personalizzati", le nostre difese contro i raggi UV sono aumentate sensibilmente, ma non bisogna mai esagerare con le ore di esposizione, anche in base ai tipi di pelle. Non solo, ma anche i nostri occhi devono essere protetti assolutamente dai raggi UV.


Gli occhi chiari ad esempio sono i più fragili, perché hanno una grande quantità di melanina contenuta all'interno dello stroma dell'iride, che ha la funzione di assorbire la luce sia alle lunghezze d'onda corte che intermedie.

I raggi UV si contrastano con occhiali da sole (attenzione! Quelli con filtri adatti e certificati!), lenti a contatto dotate di filtro UV e soprattutto un buon cappello.

I danni causati dai raggi UV talvolta sono irreversibili: per la pelle questi accelerano il suo invecchiamento, perdendo elasticità e con comparsa di molte macchie.Alcune ricerche scientifiche hanno messo in evidenza l'aumento dei tumori della pelle.

Massima attenzione anche per i bimbi.Per gli occhi invece l'azione dei raggi UV, può causare negli anni grossi problemi alla loro struttura, se non protetti adeguatamente.

Talvolta la maggior parte di queste problematiche, rimangono nel "silenzio" per molti anni, per poi manifestarsi in tarda età, ma ormai troppo tardi per intervenire.Dunque sì al Sole, ma massima attenzione e protezione.


Il Sole e i rischi per la salute



Per ulteriori approfondimenti e dettagli consulta come proteggere la pelle dai raggi ultravioletti!

Fonti:acuvue.it, Arpa Emilia


Fabio Porro

Stampa