Immagine La nevicata in Friuli dopo il Terremoto del Dicembre 1976
Dopo i disastrosi eventi tellurici del 6 maggio, 11 e 15 settembre 1976 l'inverno si aprì con un evento di freddo e neve di quelli rari per il Friuli Venezia... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 4 - La circolazione atmosferica: dalla grande scala al Medi...
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Grosseto
La provincia di Grosseto ha un territorio che si diversifica molto da zona a zona. Un... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Teramo
In provincia di Teramo ci troviamo sul versante orientale dell'Appennino abruzzese, con vallate che... Leggi tutto...
Immagine CFS 500hPa Anomaly
Anomalia rispetto alla media climatologica: differenza del geopotenziale a 500hPa
Immagine Spaghetti Ensemble di Grosseto
Il caso della città di Grosseto con l'Ensemble spaghetti del modello GFS. Geopotenziale a 500hPa e... Leggi tutto...

Il debutto di Obi: il piccolo ippopotamo pigmeo nato al giardino zoologico di Melbourne

Il debutto di Obi: il piccolo ippopotamo pigmeo nato al giardino zoologico di Melbourne

Il piccolo ippopotamo pigmeo ObiAlla fine sarà alto la metà alta e peserà solo un quarto di un ippopotamo adulto. E' l'ippopotamo pigmeo, che da maggio fa parte dello Zoo di Melbourne, in Australia. Si chiama Obi, quando è nato pesava appena 11 chili ed è più che raddoppiato in termini di dimensioni in appena tre settimane.

Queste creature, per le quali alcune stime dicono che ne esistono solo 2.000 individui tra le selvagge terre di Liberia, Sierra Leone, Guinea e Costa d'Avorio, condividono alcune caratteristiche con i loro cugini più grandi, come i piedi palmati e il trascorrere del tempo in acqua.

L'ippopotamo pigmeo ha dimensioni molto ridotte rispetto al classico ippopotamo: 150 cm di lunghezza, 83 cm di altezza. Il peso, che alla nascita è intorno ai 6 kg, da adulto arriva a 260 kg. Secondo alcuni studi effettuati sia in cattività sia da quelli condotti nel 1968 dal veterinario Philip Robinson si è appurato che la specie si nutre prevalentemente di piante acquatiche e alghe.

La gestazione è di 190-210 giorni, mentre la sua vita media è di 30-35 anni, anche se si sono registrati casi più longevi: un esemplare in cattività ha superato infatti i 43 anni. Il suo habitat naturale sono le foreste.


Questi mammiferi, hanno la pelle piuttosto sensibile, pelle che deve far fronte alle condizioni meteorologiche in cui vivono. Lo strato superiore della pelle verde-nero dell'ippopotamo pigmeo è liscia e sottile per contribuire a far rimanere l'animale fresco nell'umida foresta pluviale, osservano dallo zoo di San Diego.

Tuttavia, la pelle sottile potrebbe causare all'animale una rapida disidratazione quando è esposto al Sole, così la pelle trasuda un liquido di colore rosa che appare come gocce di sudore, conferendogli un aspetto lucido e bagnato. Questo fluido, chiamato proprio per questo sudore di sangue, aiuta a proteggere la pelle sensibile dell'animale dalle scottature.

Come sappiamo, quando da noi è estate in Australia è inverno. Così alla sua nascita Obi e la sua mamma, Petre, hanno in realtà a che fare con il problema opposto: il freddo.

Obi comunque è speciale, perché è il primo di questa specie in via di estinzione a nascere nello zoo australiano in 33 anni. Secondo i suoi custodi, lui ama l'acqua e passa ore nella piccola piscina. La sua mamma, che ha avuto altri tre cuccioli, ha appena festeggiato il suo 31° compleanno.

Stampa