Immagine L'estate nelle otto zone climatiche dell'Italia secondo Rosini
La posizione astronomica della nostra penisola, caratterizzata dalla notevole estensione latitudinale, la sua posizione geografica nel cuore del Mediterraneo,... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli
 è un saggio che tratta temi di grande e pressante attualità, dedicato a tutti coloro che... Leggi tutto...
Immagine La neve. Cos'è e come si prevede - Bertoni, Galbiati, Giuliacci
Nevicherà? Questa è la trepidante domanda che ogni inverno ci poniamo, fin dalla più tenera... Leggi tutto...
Immagine POSSIBILE DOPPIA FORMAZIONE DI CICLONI SIMIL TROPICALI NELLE PROSSIME 48 ORE TRA...
Nell’ultima analisi avevamo delineato a grandi linee l’evoluzione di due depressioni legate a... Leggi tutto...
Immagine Breve storia della neve ad Udine
Quante volte abbiamo sentito ripetere dagli anziani "ai miei tempi sì che nevicava, gli inverni... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Pistoia
La provincia di Pistoia confina a nord con l'Emilia-Romagna (province di Modena e di Bologna), a... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in America Settentrionale (Alaska)
L'Alaska è uno Stato federato degli Stati Uniti d'America, ubicato nella parte nord-occidentale... Leggi tutto...

Rapporto OMS: le città più inquinate del Mondo

Rapporto OMS: le città più inquinate del Mondo
 

L'inquinamento atmosferico

La crisi economica ha avuto almeno il merito di abbattere i livelli di CO2, ma i recenti dati dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) mettono in risalto come il problema dell'inquinamento atmosferico sia globale ed interessi gran parte delle città metropolitane.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha "incoronato" l’indiana Ludhiana, seguita dalla cinese Lanzhou e dalla messicana Mexicali. Torino ottava.

La nostra Penisola è purtroppo presente con la città della Mole (dati Economist 2009), ma che poi successivamente ha migliorato nel 2012, con sforamenti oltre i 118 rispetto alla soglia d'allerta.

Secondo le direttive europee, questi livelli sono fissati in 50 microgrammi/metro cubo nelle 24 ore per le Pm10, mentre per le più pericolose Pm2,5 non c’è un limite massimo, ma l’obiettivo di raggiungere entro il 2015 un valore medio annuo fissato a 25 μg/mc.


Per quanto riguarda la CO2 complessiva, secondo i dati forniti da Ecoway, nel 2012 l'Italia a causa della crisi, ha toccato il minimo storico, con un decremento attorno al 28%.

La circolazione di auto in calo in questi anni, a causa del decremento delle vendite delle stesse, ha contribuito ad una diminuzione di Anidride Carbonica oltre 1,5 milioni di tonnellate.

Dati in calo, che poi ritorneranno sui valori pre-crisi, non appena l'Economia mondiale inizierà (se...) a correre.

Nel resto del Pianeta, si "piazzano" nella classifica nefasta, alcune città metropolitane di Cina, Messico ed India.A seguire Corea del Sud, Sudafrica, Brasile, Spagna e Francia. 


Fabio Porro

Stampa