Immagine WRF 850hPa Temp - Wind (ita) - ARW
Modello WRF-ARW con la mappa sull'Italia della temperatura e della circolazione dei venti all'altezza geopotenziale di 850 hPa.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine ECMWF 850hPa - Temp - ITALIA
Mappa del modello del centro europeo di Reading ECMWF con geopotenziale e temperature a 850hPa.... Leggi tutto...
Immagine WRF Temp 2m (centro-sud)
Modello WRF-NMM con la classica carta, qui riguardante il Centro-Sud, della temperatura a 2m... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Lecce
La provincia di Lecce è la terza provincia per estensione della Puglia dopo quelle di Foggia... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Siena
La provincia di Siena è la settima provincia della Toscana per quanto riguarda il numero di... Leggi tutto...
Immagine Galleria Multimediale di Andrea Baroni
Tra i video quello dove dalla rubrica RAI "Che tempo fa", Baroni annuncia l'approssimarsi della... Leggi tutto...
Immagine Protocollo di Kyoto: l'Italia non raggiunge gli obiettivi e tarocca i dati?
La notizia era già "nell'aria", ma i dati che l'ISPRA, (Istituto per la Protezione e la Ricerca... Leggi tutto...

Da metà settimana spazio alla Primavera fresca e piovosa

Scritto da Andrea Corigliano Lunedì 01 Aprile 2019 00:00

DA METÀ SETTIMANA SPAZIO ALLA PRIMAVERA FRESCA E PIOVOSA ANCHE LADDOVE FINORA HA DOMINATO LA SICCITÀ

Circolazione prevista tra il 3 e il 5 AprileLa dinamica atmosferica si sta lentamente incamminando verso un radicale cambio di circolazione che da metà della settimana entrante avrà il merito di riportare le precipitazioni anche in quelle regioni dove negli ultimi quattro mesi la scarsità di piogge ha lentamente aggravato il deficit idrico a tal punto da poter parlare in alcuni casi di siccità.

L’ingombrante campo anticiclonico presente a ovest del nostro continente, responsabile delle continue deviazioni del flusso perturbato atlantico verso le alte latitudini, cederà infatti il passo – e qui concedetemi un “finalmente!” – a un’ampia e strutturata saccatura che gradualmente si impossesserà delle nostre latitudini a partire da martedì per poi interessare in maniera decisa la nostra penisola tra mercoledì 3 e venerdì 5 con una stretta circolazione ciclonica che si andrà strutturando a tutte le quote.

Torneranno così la pioggia in pianura e le nevicate sulle Alpi (nel prossimo aggiornamento entreremo nei dettagli), con la speranza che questo sia un primo passo verso una maggiore dinamicità stagionale incline a favorire entro l’avvio dell'estate il passaggio di nuovi sistemi perturbati.

La primavera, dopo aver così mostrato in questo mese di marzo ormai terminato il proprio volto stabile e mite in particolare al Nord, sul versante tirrenico e sulla Sardegna, si accingerà ora anche su queste regioni a far vedere altri suoi segni caratterizzanti come la pioggia e aria più fresca.


A metà settimana, quindi, non sarà vero che la primavera si prenderà una pausa, né che sarà impazzita e nemmeno che inizierà a zoppicare.

E non sarà neanche vero che tornerà l’inverno sulle Alpi solo perché qui tornerà a cadere la neve, dopo un dicembre-febbraio da dimenticare specie al Nord-Ovest. Pensiamo invece che, meraviglia delle meraviglie, vivremo una fase tipica di questa stagione. Nulla di più e nulla di meno.

Stampa