Immagine Webcam - Miglionico (Matera)
Webcam Miglionico, in provincia di Matera (MT), regione Basilicata. Di meteomiglionico.it

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Webcam - Alassio (Savona)
Webcam Alassio, in provincia di Savona (SV), regione Liguria. Panorama sugli scogli e sul... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Pescara
Quella di Pescara è la provincia meno estesa della regione Abruzzo, sebbene abbia la più alta... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Asia Meridionale
L'Asia è il più vasto dei continenti della Terra, con una superficie più di quattro volte... Leggi tutto...
Immagine IMPULSO ARTICO TRA VENERDÌ E SABATO PORTERÀ SULL’ITALIA UNA CAREZZA INVERNAL...
Nell’ultima analisi ci eravamo lasciati con un nuovo peggioramento in sospeso che si sarebbe... Leggi tutto...
Immagine Salvate Plum Island, una delle zone selvagge più insolite d'America!
Plum Island, un santuario naturale unico nel suo genere, potrebbe essere messa all'asta dagli... Leggi tutto...

Glossario Meteo. Lettera O - Da Ozono

Glossario Meteo. Lettera O - Da Ozono
 

Lettera O: Ozono, ...

Ozono, buco dell’

Assottigliamento dello strato di ozono negli strati più alti dell’atmosfera, dovuto alla presenza di cloro-fluoro-carburi prodotti dall’attività dell’uomo. Le conseguenze non sono certo da trascurare e possono diventare estremamente pericolose per tutti gli esseri viventi: l’ozono, infatti, è un componente costituente dell’atmosfera. Si forma dall’ossigeno quando si verificano particolari condizioni, si trova soprattutto nell’alta atmosfera (la sua concentrazione è massima a 20-25 km di altezza), in quantità esigue negli strati bassi. Esso svolge l’importante funzione di sbarrare la strada alle radiazioni ultraviolette, letali per la vita nella Terra. Nello svolgere questa funzione però subisce una trasformazione chimica e deve perciò riformarsi. I cloro-fluoro-carburi quando arrivano nella Stratosfera si decompongono a contatto con gli ultravioletti, liberando cloro. Il cloro ha la capacità di distruggere le molecole di ozono e così i raggi ultravioletti possono penetrare nell’atmosfera. L’aggressione dell’ozono si ha anche da parte dell’acido solforico proveniente dalle eruzioni vulcaniche. Il periodo autunnale è quello a maggior rischio e ogni anno la situazione peggiora. L’anno peggiore è stato il ‘94 quando l’assottigliamento dello strato di ozono ha raggiunto il 70%. Si sentono sempre di più notizie su casi di tumore alla pelle, di animali diventati ciechi ecc... Le alternative esistono già ma sono difficili da attuare, comunque nel ‘90 a Londra ben 74 paesi hanno deciso di eliminare del tutto la produzione dei CFC e nel ‘92 a Bruxelles i Paesi facenti parte della CEE hanno deciso di bandire entro il … questi prodotti nocivi.




 


Stampa