Immagine Il Lago d'Averno: lago craterico della Campania
Il Lago d'Averno: lago craterico della Campania, nei Campi Flegrei in prossimità del Golfo di Pozzuoli
Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon. Gli estremi del passato...
Immagine Il Tempo per tutti e Tempo, Vita e Salute - Guido Caroselli
I Libri di Guido Caroselli: Il Tempo per tutti e Tempo, Vita e Salute...
Immagine WRF TT-SWEAT (nord)
Mappa, Nord Italia, del modello WRF con altri due classici indici termodinamici: il Total Totals e... Leggi tutto...
Immagine Radiosondaggi di Rimini (WRF)
Radiosondaggi previsti per Rimini. La previsione del modello matematico WRF-NMM
Immagine Glossario Meteo. Lettera N - Da Nebbia a Nubi
Glossario Meteo. Lettera N - Da Nebbia a Nubi. E poi neve, neve tonda, neve crostosa, ...
Immagine La nevicata in Friuli dopo il Terremoto del Dicembre 1976
Neve da manuale a Udine con oltre 15 cm di neve dopo il terremoto del 1976: il breve resoconto di... Leggi tutto...
Banner Radiorete

Marzo 2014: Molto mite al nord e buona parte della Penisola

Marzo 2014: Molto mite al nord e buona parte della Penisola

E' quanto almeno emerge dall'ultimo rapporto, redatto dall'ISAC presso il CNR.

Mensilmente i ricercatori presso il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) elaborano centinaia di dati riguardanti le temperature e le precipitazioni accumulate, incrociando i dati stessi con quelli dei maggiori capoluoghi di provincia.

I dati elaborati dai ricercatori, confermano un mese di Marzo molto mite su buona parte della nostra Penisola, specie sulle regioni settentrionali.Il surplus termico è stato di ben 1.49°C, il 12° mese di Marzo più caldo dal 1800.

Nel Triveneto l'anomalia termica ha superato il resto della Penisola, con almeno 2-3°C, mentre paradossalmente nelle Isole Maggiori ed in Calabria le temperature hanno subìto una generale flessione.

Dal punto di vista precipitativo, sono stati registrati accumuli precipitativi importanti sul basso Tirreno e sulle regioni di nord-est, mentre sui versanti adriatici gli accumuli pluviometrici hanno registrato un lieve decremento.

Un discorso a parte per la Sicilia, ove i dati dei ricercatori indicano un surplus precipitativo almeno del doppio, rispetto alle medie mensili, specie nella zone a nord dell'isola.

Scarti termici (anomalie) Marzo 2014


 

Scarti pluviometrici (anomalia) Marzo 2014

Fonte notizia: Agi.it

A cura di Fabio Porro