*** TWEET da CENTROMETEO ***

La nostra Newsletter!

Resta aggiornato sulle nostre meteo-novità!

Get our toolbar!

Il clima con la "I", "K", "L", di India, Kenia, Lussemburgo... e non solo

Viaggio vacanze? Lavoro? Il clima di India, Indonesia, Iran, Iraq, Irlanda, Islanda, Israele, Kenia, Kirghizistan, Kiribati, Laos, Lettonia, Libano, Libia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo

L'India

Descrizione fisica

Situata nell’Asia meridionale, confina a Ovest e a Nord-Ovest con il Pakistan, a Nord con la Cina e il Nepal, a Nord-Est con il Sikkim, il Bhutan e la Cina, a Est con la Birmania. Bagnata a Ovest dal Mare Arabico, a Sud dall’Oceano Indiano. L’India si estende su una superficie di 3.287.782 km2. Considerando l’andamento orografico, il territorio si può suddividere in tre parti: una zona montuosa a Nord, che incornicia il Paese; una vasta pianura alluvionale posta ai piedi dei rilievi (Pianura indogangetica), e un altopiano che si protende nell’Oceano Indiano (Altopiano del Deccan). Quest’ultimo possiede l’aspetto di una penisola triangolare di altitudine media sui 700 m e i bordi rialzati in corrispondenza dei rilievi dei Ghati Occidentali e orientali. Il fiume più grande è il Gange, la cui lunghezza complessiva è di 2700 km; nasce dall’Himalaya e, giunto in pianura, è accompagnato per un lungo tratto da un corteo di affluenti che gli corrono paralleli prima di confluirvi. A circa 100 km dalla foce il Gange riceve le acque del Brahmaputra, il quale, pur avendo un bacino meno esteso di quello del Gange, ha una maggior portata perché scorre in zone molto piovose. 1 fiumi principali della parte centrale e meridionale dell’India sono il Narmada, il Mahanadi, il Godavari e il Krishna.

Caratteristiche climatiche

In India, assai più che altrove, le condizioni ambientali e la vita stessa del Paese, sono rigidamente determinati, spesso disastrosamente sconvolti, da un preciso fattore climatico: i monsoni. In base alla ciclicità dei monsoni, si distinguono in India tre stagioni: una stagione fresca e asciutta (Novembre-Febbraio), in cui soffia il monsone di Nord-Est che a seconda delle latitudini apporta temperature rigide o mitiga il caldo nelle regioni meridionali. Una stagione calda e asciutta che comincia in Marzo, con l’esaurirsi del monsone di Nord-Est e si protrae fino a Giugno, mentre la temperatura supera le punte massime di 40-50°C. Una stagione calda e umida che inizia con l’arrivo del monsone di Sud-Ovest e si protrae fino a tutto Settembre, mentre in Ottobre il regredire del monsone determina la formazione di cicloni che spesso devastano le coste dell’India occidentale e del Bengala. Nel complesso i climi dell’India manifestano un carattere prevalentemente tropicale che si accentua maggiormente verso Sud. Nelle zone himalayane, invece, il clima risente in maniera notevole delle variazioni altimetriche: oltre i 3.500 m si hanno già nevi permanenti.

La partenza ottimale

In India, per le notevoli differenze climatiche e le enormi vastità del paese è difficile stabilire una partenza ottimale. Però a grandi linee si può affermare che i mesi ottimali sono quelli compresi fra la fine di Settembre e Marzo. Con queste premesse è possibile definire il miglior periodo su ogni regione: area Nord-occidentale da Maggio a Settembre, Nord-orientale da Marzo a Agosto, centrale da Settembre a Dicembre, meridionale da Gennaio a Settembre.

Descrizione fisica

Stato insulare dell’Asia Sud-orientale. L’Indonesia comprende circa 3.000 isole sparpagliate al largo delle coste Sud-orientali dell’Asia fra l’Oceano Indiano, il Mar Cinese Meridionale e l’Oceano Pacifico. Le maggiori sono quelle di Sumatra, Giava, Celebes, e il Borneo meridionale. Inoltre sono presenti le piccole isole della Sonda, la Nuova Guinea Occidentale, l’Arcipelago delle Molucche.

Caratteristiche climatiche

Per la sua posizione geografica l’Indonesia è caratterizzata da un clima essenzialmente equatoriale, con una temperatura media annua di circa 26 - 27°C e scarse escursioni termiche, mentre le precipitazioni risultano particolarmente abbondanti (oltre 2000 mm annui di media e con oscillazioni locali che vanno dai 1450 mm di Surabaja ai 3850 mm di Padang), provocate tanto dai venti di Nord-Est che da quelli di Sud-Est e cadono praticamente in tutti i mesi dell’anno.

La partenza ottimale

Per visitare l’Indonesia si deve scegliere la stagione più secca che va da Maggio a Ottobre. Però anche se piovosi gli altri mesi dell’anno sono comunque visitabili.

Descrizione fisica

Stato dell’Asia Sud-occidentale, è costituito da un vasto altipiano circondato da ogni lato da elevati sistemi montuosi. Confina a Nord con gli stati della ex Unione Sovietica, a Est con L’Afghanistan e il Pakistan, a Ovest con la Turchia e l’Iraq. È bagnata a Nord dal Mar Caspio, a Sud dal Golfo Persico e Golfo di Oman.

Caratteristiche climatiche

Il clima nelle regioni montuose è prevalentemente continentale, influenzato soprattutto dai venti settentrionali e da quelli provenienti dal Mediterraneo. Alla stagione calda (a Teheran si raggiungono massime di 45°) e asciutta segue, quasi bruscamente, quella fredda durante la quale le precipitazioni assumono valori compresi tra i 250 e i 500 mm. La vegetazione è prevalentemente steppica. L’altopiano è caratterizzato da una breve stagione fredda, in cui le scarse precipitazioni (meno di 250 mm), a carattere temporalesco, sono concentrate in pochi giorni.

La partenza ottimale

Gradevoli sono le coste bagnate dal Mar Caspio e quelle del Golfo Persico nella stagione temperata. Sull’altipiano interno dal clima quasi completamente desertico, il periodo favorevole per le visite è fra la fine di Agosto e l’inizio di Novembre. Per le zone montuose da Aprile a Novembre.

Descrizione fisica

Situato nell’Asia occidentale, confina a Nord con la Turchia, a Est con l’Iran, a Sud con il Kuwait, a Sud-Ovest con l’Arabia Saudita, a Ovest con la Giordania e con la Siria. È bagnato in parte dal Golfo Persico.

Caratteristiche climatiche

Il clima della pianura mesopotamica è fra quelli più caldi al mondo e le temperature variano debolmente da Nord a Sud. La piovosità è scarsa (sei/sette mesi all’anno sono assolutamente asciutti). Precipitazioni più frequenti, ma sempre modeste, si hanno solo sulle pendici dei rilievi settentrionali.

La partenza ottimale

Per poter visitare il territorio iracheno e le varie città sparse nel paese, il periodo preferibile va da Aprile a Giugno oppure da Settembre a Gennaio.

Descrizione fisica

Occupa la maggior parte dell’isola omonima, la cui estremità di Nord-Ovest (Ulster) appartiene al Regno Unito. L’isola, che fa parte dell’arcipelago britannico, è situata nell’Oceano Atlantico a Ovest della Gran Bretagna da cui la divide il Mar d’Irlanda.

Caratteristiche climatiche

Il clima risente dell’influenza oceanica: si ha perciò una forte umidità, dense nebbie e precipitazioni abbondanti e uniformi su tutta l’isola; le temperature sono miti (con massime estive di 18°C), grazie all’influsso della Corrente del Golfo che lambisce le coste occidentali.

La partenza ottimale

Il turismo è divenuto una delle maggiori fonti economiche del paese. L’estate è il miglior periodo per visitare questa verde isola, con i turisti attratti dalla incontaminata bellezza del suo paesaggio.

Descrizione fisica

Isola situata nell’Oceano Atlantico settentrionale, dista 260 km ca. dalla Groenlandia, e 1000 km dalla Norvegia. Uniche le sue caratteristiche morfologiche del suo territorio. La sua superficie alterna grandi ghiacciai con numerosi vulcani ancora in piena attività.

Caratteristiche climatiche

Sebbene l’Islanda sia prossima alle terre polari, ha clima di tipo marittimo sulle coste occidentali, meridionali, e orientali, lambite dalla Corrente del Golfo, con precipitazioni fitte. Nell’interno gli inverni sono più rigidi (medie di -8°C), ma le estati sono relativamente calde (medie di 10-11°C). Nella regione settentrionale le escursioni stagionali sono insignificanti (media annua di -2°C).

La partenza ottimale

Luglio e Agosto con temperature sugli 11 - 12°C, permettono di poter viaggiare e visitare l’isola in modo ottimale. Piove spesso però ed i quantitativi sono cospicui. Reykjavik, la capitale, situata sulla costa occidentale dell’isola, in posizione riparata, gode di un clima relativamente mite, e il suo porto è sempre libero dai ghiacci, permettendo cosi anche escursioni in barca.

Descrizione fisica

Situato nell’Asia occidentale è attraversato dalla Rift Valley, che iniziando dalla Turchia continua verso l’Africa occidentale. Scarse le risorse idriche. Confina a Nord con il Libano, a Est con la Siria e la Giordania, a Sud-Ovest con l’Egitto. È bagnata a Ovest dal Mar Mediterraneo e si affaccia a Sud, per un brevissimo tratto, sul Mar Rosso.

Caratteristiche climatiche

Il clima in Israele ha carattere Mediterraneo lungo la fascia costiera, con estati calde e secche (50°C) e inverni miti e piovosi. Procedendo verso l’interno la piovosità diminuisce e le temperature sono caratterizzate da escursioni stagionali sensibilissime. Il Negev, vasto territorio desertico, presenta clima arido.

La partenza ottimale

In Israele il clima non crea problemi al turismo, si possono visitare i luoghi santi e le città con una certa tranquillità, ha patto che non si scelga il periodo delle festività locali, portatrici di innumerevoli pellegrini.

Descrizione fisica

Situato nell’Africa orientale, il Kenya è un paese vastissimo, con una serie di paesaggi mozzafiato: dalle savane alle spiagge incontaminate per finire con i giganteschi altipiani della zona centrale.

Caratteristiche climatiche

Il clima è caratterizzato da temperature elevate e relativamente costanti, il paese è sottoposto nelle regioni orientali all’influsso del monsone e degli alisei che soffiano dall’Oceano Indiano. Nella regione costiera si registrano le temperature più elevate (26°C di media annua). La piovosità discretamente abbondante (1200 mm), diminuisce sensibilmente procedendo verso Nord. Con l’altitudine le temperature diminuiscono e le precipitazioni, che si mantengono generalmente sopra i 1000 mm, raggiungono sui massicci montuosi punte massime di 1500 mm.

La partenza ottimale

Sugli altipiani, da Marzo a Maggio si verificano piogge abbondanti e quindi è sconsigliato il turismo. Invece da Dicembre a Febbraio è il periodo ottimale per visitare il paese.

Descrizione fisica

Repubblica dei Kirghisi, confina a Nord con il Kazakistan, a Sud e a Est con la Cina. Il territorio è montuoso con praterie e steppe.

Caratteristiche climatiche

Il clima è continentale, con umidità crescente in funzione dell’altitudine.

La partenza ottimale

Per recarsi nel Kirghizistan, bisogna tener presente il clima freddo pungente durante l’inverno, caldo e gradevole invece d’estate.

Descrizione fisica

Arcipelago dell’Oceano Pacifico occidentale è situato nella Micronesia, a cavallo dell’equatore, tra le isole Marshall a Nord e le isole Ellice a Sud.

Caratteristiche climatiche

Hanno clima tipicamente equatoriale o tropicale, con temperature che mutano dai 25 ai 32°C. Piovosità abbondante nelle isole settentrionali, molto meno nelle isole centrali e meridionali.

La partenza ottimale

Meglio scegliere i mesi compresi fra Aprile e Giugno, quando non piove molto. Le isole e gli atolli corallini dell’arcipelago sono particolarmente interessanti, non molto conosciute dal turismo internazionale. Tarawa, la più estesa del gruppo, è l’unica attrezzata turisticamente, di una certa importanza.



Laos

Descrizione fisica

Situata nell’Asia Sud-orientale, presenta carattere montuoso nella parte centro-settentrionale con rilievi solcati da valli profonde. La parte meridionale è costituita da alte terre che digradano dolcemente dal versante occidentale dei monti annamiti, fino alle valle del Mekong.

Caratteristiche climatiche

Sottoposto all’influsso dei monsoni, il Laos ha una relativa siccità invernale e una forte piovosità estiva (Maggio-Ottobre). Le temperature sono elevate (38°C) e relativamente costanti, spesso rigide d’inverno sui rilievi settentrionali.

La partenza ottimale

Il Laos ha due stagioni distinte, una piovosa, una secca. In quest’ultima, i mesi di Novembre, Dicembre, Gennaio e Febbraio sono i più opportuni per conoscere il Laos.

Lettonia

Descrizione fisica

Situata nella sezione europea è affacciata sul mar Baltico tra la Lituania e l’Estonia, a Sud-Est confina con la Russia Bianca. Territorio in gran parte pianeggiante.

Caratteristiche climatiche

Il clima è di tipo continentale con inverni abbastanza freddi e precipitazioni non eccessive. A Riga si hanno -4°C in Gennaio e 17°C in Luglio con circa 650 mm di precipitazioni annue.

La partenza ottimale

Nel periodo tra Aprile e Settembre, le giornate e il clima sono i migliori che nel resto dell’anno. Ciò permette al turista di poter spaziare in lungo e in largo per il paese, visitando gli innumerevoli laghi. Riga la capitale, è un’importante città portuale; oltre alle antiche chiese, alle botteghe e ai canali della città medioevale, vi si possono ammirare alcuni edifici Jugendstil risalenti al primo novecento.

Libano

Descrizione fisica

Situato nell’Asia occidentale, confina a Nord e a Est con la Siria, a Sud con Israele ed è bagnata a Ovest dal Mare Mediterraneo su cui si affaccia con coste alte e scoscese, interrotte da brevi spiagge sabbiose.

Caratteristiche climatiche

Il clima ha caratteri spiccatamente mediTerranei lungo la fascia costiera, mentre nella vallata interna tende a diventare più arido e continentale; nel complesso le precipitazioni raramente superano i 1200 mm annui e solo alle alte quote si hanno innevamenti invernali anche piuttosto sensibili, con la possibilità di poter sciare.

La partenza ottimale

Per le escursioni nell’interno meglio scegliere Marzo e Aprile. Lungo litorale da Maggio a Ottobre. D’inverno si scia sui monti.

Libia

Descrizione fisica

Situata nell’Africa settentrionale, presenta coste basse e uniformi talvolta interrotte da lagune salmastre. Verso l’interno si estende la regione degli altipiani, con quote che raggiungono i 1000 m. Il resto del territorio è dominato dal deserto del Sahara, spesso roccioso.

Caratteristiche climatiche

Nella fascia costiera si registrano temperature massime estive di 35°C e minime invernali di 5°C. Le precipitazioni, piuttosto modeste (400 mm), sono concentrate nel periodo Ottobre-Marzo. Sugli altopiani le escursioni stagionali si fanno più sensibili. Il Sahara è caratterizzato da assenza quasi assoluta di piogge e da escursioni termiche giornaliere fortissime. Sul paese soffia il Ghibli, vento caldo e secco proveniente dal deserto.

La partenza ottimale

Il clima Mediterraneo nelle coste, fa della Libia, nei mesi estivi, la zona più indicata per un turismo tipicamente marino. Per chi volesse procedere verso l’interno desertico, dove spiccano due importanti oasi, di Gialo e di Cufra, il periodo migliore è la primavera.

Liechtenstein

Descrizione fisica

Situato nell’Europa centrale, confina a Nord e ad Est con l’Austria, ad Ovest e a Sud con la Svizzera. Il paese è essenzialmente montuoso, con una stretta fascia pianeggiante.

Caratteristiche climatiche

Il clima ha carattere continentale con sensibili escursioni termiche e circa 700 mm di precipitazioni annue.

La partenza ottimale

Il flusso turistico più intenso va nel periodo tra Maggio e Settembre, periodo dal clima tiepido e ventilato. L’inverno rigido e nevoso, permette agli amanti degli sport invernali (4 mesi, da Dicembre a Marzo), di avere grandi soddisfazioni.

Lituania

Descrizione fisica

Confina a Nord con la Lettonia, ad Est e Sud-Est con la Bielorussia, a Sud-Ovest con la Polonia e con la Russia e affacciata ad Ovest sul Mar Baltico. Si estende su un territorio pianeggiante.

Caratteristiche climatiche

Il clima, di tipo marittimo verso Ovest, acquista carattere continentale temperato sempre più marcato a mano a mano che si procede verso l’interno.

La partenza ottimale

Per potersi muovere per il paese con una certa libertà, bisogna scegliere la primavera, periodo meno piovoso. La costa della Lituania è formata per buona parte da una stupenda laguna posta a Sud della città di Klaipeda. Tuttavia, più che per i litorali, la Lituania è degna di nota per i suoi laghi, eccezionalmente numerosi.

Lussemburgo

Descrizione fisica

Situato su un altopiano, il territorio del Lussemburgo è essenzialmente collinoso. La stagione invernale presenta nette differenze fra il Nord e il Sud del paese.

Caratteristiche climatiche

Nell’altipiano settentrionale, poco riparato dai venti, le temperature sono assai rigide con minime talora di parecchi gradi sotto lo zero; nel Gutland invece il clima è relativamente mite. Le temperature estive sono pressoché uniformi in tutto il paese e cosi pure le precipitazioni (800 mm annui). Nella capitale del Lussemburgo la temperatura media in Gennaio varia da -1 a 2°C, mentre nel mese di Luglio oscilla tra 13 e 23°C. Clima rigido nei rilievi delle Ardenne.

La partenza ottimale

L’inverno è freddo nelle Ardenne e non è quindi consigliato per un eventuale viaggio. Per li resto del paese non esistono particolari “controindicazioni”, ma sicuramente il periodo estivo è il migliore. Eviterete molte giornate piovose e grigie.