Immagine Uragani 2019: una stagione insolitamente di bassa attività (finora...)
In . Intanto, a quanto pare in questa estate 2019 la stagione degli uragani atlantici si presenta, permetteteci il termine tecnico, moscia, molto moscia.La... Leggi tutto...
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine GENS T850 PROB min-2.5 ITALIA
Stima stocastica che la temperatura a 850hPa sia minore di -2.5°C e l'altezza geopotenziale media... Leggi tutto...
Immagine WRF Fog-Dpt (ita) - 8km NMM by GFS
In questa mappa WRF-NMM-8km (GFS) per l'Italia, cerchiamo di estrapolare, assieme alla dew point... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli
 è un saggio che tratta temi di grande e pressante attualità, dedicato a tutti coloro che... Leggi tutto...
Immagine I FALSI 40 GRADI
Per la prossima settimana vi invito anche a fare attenzione alle temperature che ci verranno... Leggi tutto...
Il modello WRF | All'avanguardia tra i modelli numerici mondiali
I modelli a scala globale, elaborando l'intero pianeta (o uno dei due emisferi) sono costretti a... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima Decade Luglio 2022: verso la fine del caldo africano?

Giovedì 30 Giugno 2022 00:00

Prima Decade Luglio 2022: verso la fine del caldo africano?

Mappe dal modello GFS

Il grande caldo ci sta assediando dalla metà di Maggio, alternato a break rinfrescanti soprattutto diretti al Centro Nord.Ma questi break temporaleschi sono sempre più insidiosi: l’energia in gioco è sempre più elevata, spesso si assiste a veri episodi di maltempo accompagnati da venti tempestosi e grandine distruttiva.

La siccità purtroppo continua ad essere la piaga di questi mesi, eredità avuta da un Autunno ed Inverno con poche precipitazioni e temperature sopra le medie.

L’Anticiclone africano rialzerà nuovamente la testa, raggiungendo l’apice tra Domenica 3 e Lunedì 4 Luglio.La coda di una perturbazione atlantica lambirà le Regioni settentrionali nella giornata di Venerdì 1° Luglio.Su Alpi, Prealpi, Pedemontane adiacenti saranno possibili temporali o rovesci tra pomeriggio e sera.

Sul resto della Penisola l’Anticiclone africano agirà indisturbato, molto caldo al Sud e nelle Isole Maggiori.Il primo fine settimana di Luglio vedrà come si è detto il rinforzo dell’Alta pressione africana, e nessuna regione sarà esente dall’alta tasso d’umidità.Elevato soprattutto su tutta la Pianura Padana, zone interne della Sardegna, Sicilia, pianure Tosco-Laziali, bassa Lucania e Foggiano.

Da Mercoledì 6 Luglio il flusso di correnti instabili potrebbe essere più incisivo, erodendo in parte l’Anticiclone sub-tropicale.Ne conseguirebbe l’attivazione di temporali sull’Arco Alpino e probabilmente toccando anche le Regioni del Centro. Massima attenzione viene posta ancora ai contrasti termici tra l’aria nuova più fresca e quella preesistente da giorni molto calda.

Solo sul finire della Prima Decade potremo assisteremo ad un cambio circolatorio importante: l’assorbimento della “falla” iberica che funge da calamita per le masse d’aria calde.L’Alta pressione delle Azzorre potrebbe allungarsi verso il Bacino del Mediterraneo, riportando un clima più vivibile e temperature finalmente nelle medie stagionali.


Per i dettagli, vai alle previsioni per oggi, domani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presente la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

A cura di Fabio Porro

Stampa