Immagine Sei falsi (e pericolosi) miti sui Tornado
Potrebbe rappresentare un pericolo mortale credere ai seguenti falsi miti che circondano il mondo dei tornado. Un grosso malinteso è che le nuvole di colore... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Padova
La provincia di Padova è prevalentemente pianeggiante e attraversata da molti corsi d'acqua... Leggi tutto...
Immagine Riassunto del tempo previsto per le principali città italiane
Riassunto del tempo previsto per alcune delle principali città italiane. Usa l'apposito Gadget. E'... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Pietramala (Firenze)
Webcam a Pietramala, nel comune di Firenzuola, provincia di Firenze, regione Toscana.
Immagine Webcam - Isernia (Isernia)
Webcam a Isernia (IS), vista panoramica sulla città. Regione Molise.
Immagine Storia di un’estate all’insegna del Niño. O forse no...
Nel 1997 il Niño è andato per la maggiore perché è stato indicato come un possibile guastafeste... Leggi tutto...
Immagine Novembre 1994, Piemonte: i perché di un alluvione
Dal 4 al 6 di Novembre del 1994 il Nord Italia, ed in particolare il settore occidentale, è stato... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Ultima Decade di Gennaio 2021: addio alle correnti da est, ritornano quelle miti occidentali

Martedì 19 Gennaio 2021 00:00

Ultima Decade di Gennaio 2021: addio alle correnti da est, ritornano quelle miti occidentali

Mappa con i principali parametri atmosferici, modello GFS

Il freddo giunto dall’Est Europa dopo le Festività natalizie ha ridato finalmente sprint alla stagione invernale, dopo un inizio sotto tono. Nei giorni scorsi l’aria fredda si è spinta fino alle Regioni del Sud, con nevicate intense fino a quote pianeggianti.

Il Versante Adriatico è stato sottoposto ad un forcing perturbato da manuale invernale: freddo pungente, ventilazione orientale sostenuta e neve copiosa su tutto il crinale appenninico a quote molto basse. L’aria fredda verrà rispedita al mittente ( Penisola Balcanica e Russia), mentre le correnti occidentali addolciranno il Tempo per buona parte della terza Decade. A partire da Mercoledì 20 Gennaio il flusso occidentale trasporterà alcuni fronti perturbati, con un aumento della copertura nuvolosa a partire dalla mattinata e in alcuni casi già dalla sera prima.

Le sacche di freddo resisteranno per alcune ore all’assalto delle correnti miti tra Piemonte e Lombardia nella notte tra Mercoledì 20 e Giovedì 21 Gennaio, poi la quota neve si alzerà oltre 600/800 metri. Piogge intense su Liguria, Sardegna e lungo il Versante Tirrenico, precipitazioni che si spingeranno fino alla Campania. Tempo asciutto stavolta per tutto il Versante Adriatico, dopo la lunga fase invernale dei giorni scorsi.

Tra Sabato 23 e Martedì 25 Gennaio tempo ancora instabile su basso Versante Tirrenico ed Isole Maggiori, nubi ma senza precipitazioni al Nord. La circolazione depressionaria presente al largo delle Isole Britanniche veicolerà probabilmente verso la nostra Penisola altri corpi nuvolosi a fine Decade, in un contesto climatico non freddo.

La stagione invernale nelle prossime settimane si concederà un periodo di riposo, ma nel mese di Febbraio potrebbe riscattarsi senza difficoltà.


Per i dettagli, vai alle previsioni per oggi, domani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presente la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

A cura di Fabio Porro

Stampa