Immagine Analisi climatologica Ottobre 2013, Milano e Bologna
Analisi climatologica Ottobre 2013, Milano vs. Bologna. Il secondo mese dell’autunno ha avuto un cambio di rotta dal punto di vista precipitativo. Di Davide... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Estate 1994: bollente anche in gran parte d’Europa
Nell'Estate del 1994, oltre alle punte elevate di temperatura, è stata evidente la persistenza del... Leggi tutto...
Immagine Lake Effect Snow (L.E.S.) - Neve e laghi, una relazione interessante
Lake Effect Snow (L.E.S.) - Neve e laghi, una relazione interessante e molto istruttiva...
Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
In libreria il libro Guida pratica al Meteo per l'escursionista scritto dall'amico giornalista... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche... Leggi tutto...
Immagine Legenda simboli Meteo
Legenda simboli Meteo: tutti i simboli usati sulle mappe per le nostre previsioni
Immagine Indici di instabilità
Un articolo semplice e chiaro per mettere in evidenza gli indici di instabilità più utilizzati,... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Torna l'Atlantico accompagnato da forte maltempo

Domenica 02 Novembre 2014 00:00

Torna l'Atlantico accompagnato da forte maltempo


Dopo una fase anticiclonica al Nord ed una molto perturbata al Centro- Sud, attivata da giorni da correnti fredde orientali, le saccature atlantiche ritornano ad interessare il Mediterraneo.L'attuale fase di Alta pressione sarà sostituita da una profonda depressione in formazione tra Baleari e Golfo del Leone. Aria fredda proveniente dal Nord Atlantico attraverserà tutto l'ovest del Continente Europeo, per poi gettarsi attorno al 4 Novembre a ridosso tra Spagna e Francia.La vasta saccatura atlantica tenterà di avanzare verso ovest, ma ad est l'Anticiclone Russo ne frenerà l'avanzata.Il blocco causato dall'Alta russa, causerà lo sprofondamento della saccatura atlantica nel nord Africa. Si attiveranno così forti venti sciroccali in direzione del baluardo alpino, Liguria e versante Tirrenico.

In questa prima fase di maltempo, tra il 4-5 Novembre, sarà elevato il rischio di nubifragi tra il Nord Ovest, la fascia alpina e la Sardegna.Nella seconda fase, tra 6-9 Novembre, la saccatura atlantica evolverà in goccia fredda per poi dirigersi verso il nord Africa. Da qui potrebbe attivare sistemi temporaleschi molto insidiosi. In questa fase sarebbero colpite maggiormente le due Isole Maggiori ed i settori centro-meridionali. Per il resto del Paese avremo sempre condizioni di maltempo, localmente intensi.

Ma la fase di maltempo non si fermerà. Secondo gli ultimi rum dei maggiori centri previsionali, una nuova saccatura atlantica potrebbe nuovamente scendere verso il Mediterraneo subito dopo il 9 Novembre, andando nuovamente a colpire le stesse aree.Gli accumuli stimati sono elevati, sia per il Nord Ovest, Liguria, versanti tirrenici ed Isole Maggiori.Solo la prevenzione può limitare ed evitare le vicende alluvionali che troppo spesso caratterizzano i nostri territori.Facciamo molta attenzione nei prossimi giorni anche ai Bollettini della Protezione Civile, poiché la fase di maltempo potrebbe durare anche l'intera settimana.

 

Pressione al suolo e piogge previste per il 5 Novembre 2014

Fabio Porro

Stampa