Immagine GIOVE: la macchia rossa destinata "presto" a scomparire?
Presente da almeno 400 anni, la Grande Macchia Rossa di Giove potrebbe avere... gli anni contati

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Inverno 1956: un febbraio storico e un'eccezionale ondata di freddo
Inverno 1956: un febbraio storico e un'eccezionale ondata di freddo. Dati e mappe storiche!
Immagine Il clima della regione Marche
Il clima della regione Marche e tabelle climatiche per alcune località...
Immagine Webcam - Cuneo (Cuneo)
Webcam Cuneo, in Piemonte. Panorama davvero splendido. Su Centrometeo solo webcam scelte e... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Saint Nicolas (Aosta)
Webcam in località Saint Nicolas, nel comune di Aosta, regione Valle D'Aosta...
Immagine WRF Temp 2m (sud)
Modello WRF-NMM con la tipica carta, in questo caso riferita al Sud, della temperatura a 2m... Leggi tutto...
Immagine WRF MSLP 12hPrec (ita) - ARW
Mappa sull'Italia del modello WRF-ARW con la pressione al suolo (MSLP) e l'accumulo precipitativo... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Super anticiclone scatenato per diversi giorni, fino a Natale?

Lunedì 02 Dicembre 2013 00:00

Super anticiclone scatenato per diversi giorni, fino a Natale?


La stagione invernale, a più riprese ha riportato diverse fasi di maltempo, con vittime e danni ingenti.Gli affondi atlantici e talvolta le depressioni nord-africane, se al nord le precipitazioni sono state modeste con neve a quote basse, il Sud e la Sardegna soprattutto, hanno vissuto giornate tragiche.La formazioni di minimi depressionari a ridosso dei nostri mari, ha creato veri "mostri" temporaleschi, con accumuli precipitativi annuali.Danni ingenti alle strutture, ponti, strade, e sopratutto vittime, a causa talvolta anche dell'incuria umana.

In questi giorni anche la tempesta "Xaver", ha causato danni ingenti tra nord-Europa e Penisola Balcanica, "sfiorando" solo la nostra Penisola con ventilazione moderata.Nei prossimi giorni sarà l'Alta pressione oceanica a "dominare" incontrastata su buona parte dell'Europa, elargendo un "muro" sia ad ovest per le perturbazioni atlantiche, sia ad est per eventuali intrusioni balcaniche.Il Vortice Polare nei prossimi giorni continuerà a rimanere molto compatto, e gli scambi meridiano si limiteranno agli Stati Uniti e al Canada.L'aria fredda di questi giorni sarà scalzata totalmente verso est, da una struttura anticiclonica ben solida, supportata anche da correnti calde provenienti dalle latitudini sub-tropicali. In sostanza tanto sole, nebbie in intensificazione, inversioni termiche, con termiche in montagna oltre le medie stagionali di alcuni gradi.


Solo attorno a Giovedì 12 Dicembre un po' di aria fredda "sfilerà" al meridione, ma senza nessun effetto precipitativo.Situazione di "stallo" che proseguirà almeno fino al 16 Dicembre, quando l'Alta pressione subirà un lieve cedimento sul suo bordo orientale, favorendo un lieve rientro di correnti da est, limitatamente al centro-sud.Anche questo debole passaggio instabile, l'unica "nota" di cambiamento sarà solo un debole calo termico e nulla più.

A completamento del mio editoriale, vi allego la mappa delle termiche previste dal modello Navingem, nella giornata di Giovedì 12 Dicembre (Valid 12z 12-12-2013)

Mappa prevista per il 12 Dicembre

Fabio Porro

Stampa