Immagine Frutta rara ed editing genetico
C'è un frutto raro, resistente alla siccità, originario dei climi subtropicali che potrebbe finire nei negozi di alimentari degli Stati Uniti grazie... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Radar area Trentino Alto Adige
Mappa Radar a cura di meteotrentino, area Trentino Alto Adige, con parte del Veneto.(Se la mappa... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Viverone (Biella)
Webcam al Lago di Viverone, in provincia di Biella (BI), regione Piemonte.
Immagine GFS vs. ECMWF: indici di correlazione dei modelli e chiacchiere da bar
Chi conosce l'approccio scientifico e studia e/o lavora con i modelli matematici, se persona seria... Leggi tutto...
Immagine GFS MSLP - 6hPrec
GFS MSLP 6h, il caso delle piogge (o neve) previste come accumulo nelle 6 ore precedenti l'orario... Leggi tutto...
Immagine Cosa sanno le nuvole? - Paolo Sottocorona
E' con il commento di Debora, una cara lettrice del nuovo libro del Capitàno Paolo... Leggi tutto...
Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
Pensato per tutti gli appassionati delle montagne friulane che vogliono affrontare le loro uscite... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Fase autunnale instabile, poi molta incertezza dai modelli previsionali

Domenica 06 Ottobre 2013 00:00

Fase autunnale instabile, poi molta incertezza dai modelli previsionali


La stagione autunnale dopo tanta latitanza e rimandi si "affida" ad una profonda saccatura atlantica, riportando tanta pioggia su diverse regioni del Paese. La saccatura atlantica è penetrata nel Mediterraneo centrale, evolvendo subito in "goccia " fredda, o "Vortice Italico".La goccia fredda in queste ore sta causando fenomeni molto intensi, con numerosi allagamenti. Il Mediterraneo è ancora molto caldo in questa stagione, e rimane un buon "serbatoio" per accumuli precipitativi intensi, con generazione anche localmente di temporali, tornado e trombe d'aria.

Ad inizio settimana il vortice italico si attarderà sulla nostra Penisola almeno fino alla giornata di Giovedì 10 Ottobre, penalizzando nuovamente i versanti tirrenici ed il sud.Al nord la situazione andrà leggermente migliorando specie a partire da Martedì 8 Ottobre, mentre la circolazione depressionaria rimarrà attiva al centro-sud, accompagnata da "spunti" temporaleschi, localmente intensi. Al momento in cu iscriviamo da Giovedì 10 Ottobre i modelli previsionali vanno in "direzioni" differenti.Il prestigioso modello americano GFS "propone" per il prossimo fine settimana, il ritorno a condizioni di parziale maltempo, a causa dell''intrusione di una nuova saccatura atlantica.Mentre il modello inglese UKMO rilancia nuovamente un'evoluzione a medio termine "gelida".


Si tratterebbe di un "nocciolo" perturbato nel centro del vecchio Continente, in propagazione successiva verso la nostra Penisola.Il nord potrebbe già "sperimentare" le prime nevicate a quote medio-basse, evoluzione che nessun altro modello previsionale avvalla. Mediando fra i due modelli, la via d'uscita potrebbe essere una evoluzione di mezzo.L'Alta pressione sbilanciata verso nord-est, favorirebbe l'afflusso di correnti da est nei bassi strati in Val Padana, mentre al nord ovest arriverebbero solo alcuni corpi nuvolosi dall'Atlantico.

A completamento del mio editoriale, vi posto la mappa delle temperature a 5000 metri, previste per la giornata di Sabato 12 Ottobre, dal modello NAVGEM.

Mappa del modello NAVGEM per il 12 Ottobre


Fabio Porro


Stampa