Immagine L'estate nelle otto zone climatiche dell'Italia secondo Rosini
L'estate nelle otto zone climatiche dell'Italia secondo Rosini: Zona alpina e prealpina, Zona padana, Zona dell'Alto Adriatico, Zona del Medio e del Basso... Leggi tutto...
Immagine WW3 Mediterraneo - Wave Period, Direction
L'andamento del periodo dell'onda (wave period) previsto dal modello Wavewatch III (WW3) per il Mar... Leggi tutto...
Immagine WRF Temp 2m (ita) - ARW
Modello WRF-ARW con la tipica carta, in questo caso riferita all'Italia, della temperatura a 2m... Leggi tutto...
Immagine Campania, Ottobre 2015: il respiro piovoso del Sud-Ovest
Campania, Ottobre 2015: reportage climatologico di un respiro piovoso del Sud-Ovest...
Immagine Perché alcuni uragani si intensificano rapidamente e altri no: nuovo studio
Perché alcuni uragani si intensificano rapidamente e altri no: arriva un nuovo studio
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Udine
Meteo e Clima in Provincia di Udine, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Carbonia-Iglesias
Meteo e Clima in Provincia di Carbonia-Iglesias, le previsioni del tempo per tutti i comuni

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Fine Gennaio con l'Anticiclone, Inverno in "rispolvero" dopo l'8-9 di Febbraio?

Fine Gennaio con l'Anticiclone, Inverno in "rispolvero" dopo l'8-9 di Febbraio?


La "notizia" dell'arrivo dell'Alta pressione nei prossimi giorni non depone certamente a favore della continuità stagionale, già "interrotta" a ridosso delle Festività Natalizie.Lo "splittamento" del Vortice Polare conclusosi entro la prima decade di Gennaio, ha fornito un buon "serbatoio" gelido per tutta la nostra Penisola riportando pioggia e sopratutto neve fino a quote di pianura. I maggiori "apporti" gelidi dovuti allo "splittamento" hanno interessato però maggiormente alcuni Stati americani e l'est Europa, in primis la Russia.Il "connubio" tra fronti atlantici e colate gelide ha reso molta dinamicità alla stagione invernale, che poi nei giorni a venire andrà in "crisi".

L'ultimo passaggio perturbato del mese di Gennaio transiterà sulla nostra Penisola tra Lunedì 28 e Martedì 29 Gennaio, e sarà l'ultima "occasione"nevosa per il centro-nord almeno per un paio di settimane.La circolazione da est dei giorni scorsi favorirà nevicate sui rilievi appenninici a quote medio-alte e localmente fin sul piano in Emilia (molto probabilmente anche sul basso Piemonte).Poi appena che il sistema perturbato sarà giunto al Sud, già le correnti occidentali si sostituiranno a quelle fredde presenti nei giorni scorsi, e l'Alta pressione nord-africana inizierà ad espandersi verso le regioni centro-meridionali, ma anche verso il settentrione.


Al nord le temperature subiranno un incremento stimato tra i 4-5°C, più marcato al centro-sud con un incremento "primaverile" tra i 8-10°C.Mentre al nord ritorneranno nebbie e foschie, il centro-sud potrà "assaporare" un clima prettamente primaverile, con massime perfino oltre i 18°C.

Fino a quando l'Alta pressione terrà "lontana" la stagione invernale?

La tendenza odierna dei modelli previsionali è per un cambio circolatorio attorno al 4 Febbraio, con un indebolimento del getto zonale, ed una successiva ripresa degli scambi meridiani.Tra il 5-7 Febbraio le temperature secondo il modello previsionale GFS ritorneranno nelle medie stagionali.Sarà nuovamente l'elevazione dell'Alta pressione sub-tropicale verso l'alto Atlantico a "rimettere" in gioco la stagione invernale con precipitazioni e freddo in accentuazione.L'elevazione di questa vasta area anticiclonica causerà un vasto blocking al flusso zonale oceanico. Attorno all'8-9 Febbraio una massa gelida inizierà a "percorrere" il lato orientale dell'Alta pressione, fino a giungere verso i settori italici.Difficile ad oggi prevedere con esattezza i fenomeni (se ce ne saranno) dove andranno a collocarsi, e le termiche.

Restate "sintonizzati"!


Temperatura e geopotenziali s 500hpa

Pressione e piogge nelle prime ore del 3 febbraio

Fabio Porro