Immagine WRF MSLP 24hPrec (tuscia-orvietano)
Mappa tuscia-orvietano del modello WRF con la pressione al suolo (MSLP) e l'accumulo precipitativo nelle 24 ore precedenti l'orario indicato.
Immagine La paleoglaciologia: una scienza per l’ambiente
Paleoglaciologia come scienza per l’ambiente. Analisi chimiche del ghiaccio ottenuto dai... Leggi tutto...
Immagine Tropicalizzazione dei climi nelle regioni mediterranee: quello che si diceva nel...
Tropicalizzazione dei climi nelle regioni mediterranee: ecco quello che si diceva nel 1996...
Immagine Anticiclone delle Azzorre e Africano: chiarimento definitivo
Anticiclone delle Azzorre e Africano: chiarimento definitivo su una inutile diatriba...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Torino
Meteo e Clima in Provincia di Torino, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine WRF Theta (ita) - ARW
Mappa sull'Italia del modello non idrostatico ad alta risoluzione WRF ARW con i venti a 850hPa e il... Leggi tutto...
Immagine WRF 850hPa RH (nord)
WRF NMM: mappa per il Nord del modello fisico-matematico con l'umidità relativa e all'altezza... Leggi tutto...

La neve in Irpinia e i record nevosi dei rilievi irpini

La neve in Irpinia e i record nevosi dei rilievi irpini

La neve, stupenda quanto temutaLe grandi nevicate avvenute questo inverno in Irpinia, come nell’inverno 2012 e in tanti altri inverni, balzanoall’occhio incredulo del meteoappassionato superficiale, che divide con una linea immaginaria il Tirreno dall’Adriatico…

L’Irpinia terra forte, così la definisce chi vi passa, una terra di mezzo tra l’Adriatico e il Tirreno. Il grande climatologo Mennella, che ha scritto i libri del clima italiano, ne aveva individuato per primo questa caratteristica e l’aveva ben descritta nelle sue enciclopedie climatiche.

Ma se ben nota è la grande piovosità della zona Irpina a e Picentina (tra le più elevate di Italia come medie pluviometriche), meno nota è la grande nevosità, in una zona esposta sia alle umide correnti occidentali che alle gelide correnti nord-orientali.

Ecco che il Mennella, nella sua analisi pluridecennale,
aveva individuato nel santuario del monte Vergine medie nivometriche decennali anche di 320cm annui, Roccamonfina (600 m) 125cm annui, Frigento (900m) 153cm annui.


Le medie nivometriche, individuate dal Mennella, alle quote collinari e montane Irpine tengono testa alle nevose località del medio adriatico e del cuneese!

Dopo questa premessa su uno dei microclimi meno noti, ma più complessi d’Italia, vi lasciamo con questa carrellata di immagini dell'inverno 2015 in Irpinia, con la neve che, ripetutamente, ha imbiancato i territori collinari fino ai 300 metri del settore Irpino e Picentino, raggiungendo accumuli davvero ingenti sulle zone montuose.

Accumuli, tuttavia, ben lontani dai record nevosi del febbraio 2012 che ha visto superare i 150 cm di neve già ai 400-500 metri!

Ringraziamo il presidente Capozzi del MVOBSV, per averci concesso queste immagini, assieme a tutte le persone che ne hanno fatto segnalazione alla rispettiva pagina.

La dama bianca in irpinia
Neve in Irpinia
Neve agli irti colli si potrebbe dire...
L'emozione di una forte nevicata...
Neve immortalata dala webcam
La neve, stupenda quanto temuta
 

A cura di Pierpaolo Gaudieri