Immagine WRF CAPE - CIN (centro)
Modello WRF con la carta per il Centro di due tipici indici termodinamici: il CAPE (misura l'energia in gioco) e il CIN (che frena la convezione).

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
In libreria il libro Guida pratica al Meteo per l'escursionista scritto dall'amico giornalista... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 6 - Peculiarità atmosferiche nel Mediterraneo e in Italia
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, il Volume 6 dedicato alle peculiarità atmosferiche... Leggi tutto...
Immagine Quelli che tanto a Pasqua e/o Pasquetta piove sempre
Tanto a Pasqua, ma specie a Pasquetta piove sempre. Sarà poi vero? Una piccola verifica...
Immagine PRIMO FREDDO INVERNALE A INIZIO DICEMBRE? NIENTE CONCLUSIONI AFFRETTATE. ECCO PE...
PRIMO FREDDO INVERNALE A INIZIO DICEMBRE? NIENTE CONCLUSIONI AFFRETTATE. ECCO PERCHÉ. Il meteo con... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Oristano
Meteo e Clima in Provincia di Oristano, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Taranto
Meteo e Clima in Provincia di Taranto, le previsioni del tempo per tutti i comuni

Temporale del 7 Aprile su Milano: il primo del 2012

Finalmente è iniziata la stagione temporalesca sul milanese!

La vivacità climatica della prima decade di aprile ha avuto l’apice il giorno 7 con lo sviluppo di due importanti celle, una sul biellese/novarese, l’altra sul comasco/alto milanese


Purtroppo per me, quest’ultima non ha colpito appieno la mia zona (mi insulteranno gli abitanti di Arosio (CO), interessati da 15-20 cm di grandine!) però ho potuto ammirare un gran bello spettacolo verso N-NE, fatto di tuoni, shelf cloud, knuckles e tanto vento!

Il 7 aprile è stata una vera e propria giornata primaverile, con clima pazzerello ed estremamente variabile (menomale, vista la stasi anticiclonica di marzo!).

Al mattino brevi e isolatissimi rovesci si alternavano ad ampie schiarite, il tutto in un contesto ventoso di marino. 


Nubi sparse e ampie schiarite, con qualche spruzzatina d’acqua.

Rapida cumulogenesi sul piacentino

Alle 13.50 questo era lo scenario: nubi sparse e ampie schiarite, con qualche spruzzatina d’acqua.

Rapida cumulogenesi sul piacentino (eh sì, la visuale dal mio tetto è eccezionale…!)


 
Verso le 16 scrutavo a N-NE un imponente cella temporalesca e alcuni lontanissimi tuoni. Guardavo il radar in CML, però notavo che non puntava verso sud, bensì verso il bergamasco. Alle 17 il cielo si fece sempre più nero e i tuoni abbastanza frequenti, li udivo distintamente.


La cella alle ore 16: cenni di knuckles sulla sinistra.

Il temporale minaccioso alle 17.42.

La cella alle ore 16: cenni di knuckles sulla sinistra.

Il temporale minaccioso alle 17.42.


Ero un po’ rammaricato, visto che, nonostante la sua bellezza, il temporale non puntava verso di me: però venni subito “consolato” dal fatto che un’altra cella temporalesca stava rapidissimamente crescendo e alle 19 sentivo ancora tuoni.
 

Cielo variopinto alle ore 17.56.

Temporale delle ore 19.04.

Cielo variopinto alle ore 17.56.

Temporale delle ore 19.04.


Per ora di cena è scesa un po’ di sospirata pioggia, sotto forma di rovescio moderato (11 mm/h), portando 3.2 mm. Certo, non è stato sufficiente a placare la siccità, ma il ricordo del primo temporale del 2012 rimarrà vivo!

Davide Santini
 
Stampa