Immagine GFS MSLP - 500hPa Temp
GFS MSLP a 500hPa e temperatura: una delle mappe più importanti dal modello gfs, con la pressione sul livello del mare e il geopotenziale a 500hPa (con... Leggi tutto...
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Radiosondaggi di Belluno (WRF)
Radiosondaggi previsti per la città di Belluno. Modello WRF-NMM ad alta risoluzione
Immagine GFS 250hPa Wind
GFS 250hPa Wind, il vento alle alte quote espresso in metri al secondo e relativa altezza... Leggi tutto...
Immagine Estate 1994: bollente anche in gran parte d’Europa
Nell'Estate del 1994, oltre alle punte elevate di temperatura, è stata evidente la persistenza del... Leggi tutto...
Immagine DALLA SICCITÀ ALLA TROPPA PIOGGIA IN POCO TEMPO: IL CASO DEL NORD-OVEST
Nell’ultimo mese abbiamo analizzato a più riprese la dinamica atmosferica focalizzando spesso la... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Marche - Mappe grafiche dettagliate delle 24 ore
Le previsioni meteo per la regione Marche. Il tempo atteso per i prossimi giorni. Riassunto nelle... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Vercelli
La provincia di Vercelli oggi è suddivisa sostanzialmente in 3 aree geografiche: Le Grange,... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

PROSSIMI GIORNI ALL’INSEGNA DEL CALDO INTENSO SPECIE AL NORD E SUL VERSANTE TIRRENICO. PRIMI CENNI DI CAMBIAMENTO DAL PROSSIMO FINE SETTIMANA

Scritto da Andrea Corigliano Sabato 19 Agosto 2023 13:00

PROSSIMI GIORNI ALL’INSEGNA DEL CALDO INTENSO SPECIE AL NORD E SUL VERSANTE TIRRENICO. PRIMI CENNI DI CAMBIAMENTO DAL PROSSIMO FINE SETTIMANA

Zero termico ed EFI attesi per i prossimi giorniLa terza ondata di caldo è ormai ai nastri di partenza: inizierà in questo fine settimana e ci accompagnerà almeno fino a giovedì 24 agosto, mostrando l’apice della propria intensità e potenza tra lunedì e mercoledì.

Nelle analisi proposte abbiamo detto che saranno soprattutto le regioni settentrionali e quelle centrali del versante tirrenico a risentire maggiormente della bolla di calore che andrà costruendosi nei prossimi giorni con l’ausilio della circolazione anticiclonica in espansione dalle latitudini subtropicali verso l’Europa sud-occidentale, lungo quell’asse del promontorio che come abbiamo visto organizza l’orientamento dei flussi in quota e decide le aree dove diventa più efficiente la subsidenza anticiclonica, con i moti dall’alto verso il basso impegnati a riscaldare la colonna d’aria della media e bassa troposfera.

Questo processo di compressione causerà anche un aumento della quota dello zero termico che tra domenica e lunedì potrebbe portarsi, sulle regioni settentrionali, anche oltre i 5000 metri (fig. 1, a sinistra): vorrà dire che, con elevata probabilità, anche sulla cima del Monte Bianco la temperatura si porterà al di sopra di 0 °C, definendo in tal modo una situazione molto anomala anche in alta quota.

Ci aspettano quindi giornate molto calde dalle Alpi alla pianura: in particolare, proprio sul settore alpino, sul Nord-Ovest e sul versante tirrenico centro-settentrionale è altamente probabile che si possano registrare localmente temperature prossime o superiori ai record per questo periodo, come dimostra la previsione dell’Extreme Forecast Index (EFI) che proprio su queste aree propone valori vicini all’unità (fig. 1, a destra).



A proposito di temperature, nel corso di questo week-end si verificherà un primo aumento termico che porterà i valori massimi, già nella giornata di domenica, a raggiungere e superare diffusamente i 34-35 °C al Nord, sulle regioni centrali del versante tirrenico e sulla Sardegna, con picchi di 38-39 °C al Nord-Ovest, sulla Toscana e in Sardegna (fig. 2, a sinistra). Prevalenti condizioni di disagio bioclimatico moderato al Centro-Nord e Sardegna, localmente intenso in Pianura Padana e versante tirrenico (fig. 2, a destra).

Un ulteriore lieve aumento del campo termico ci interesserà poi nei primi giorni della prossima settimana, quando si raggiungerà l’apice di questa terza ondata di caldo: bisognerà aspettare la seconda parte della prossima settimana per avere una prima flessione delle temperature a causa del possibile sopraggiungere di aria più fresca atlantica in seno ad una saccatura, la cui dinamica è ancora tutta la valutare.

Temperature e indice di disagio per il 20 agosto 2023


Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa