Immagine Meteo e Clima in Provincia di Bergamo
La provincia di Bergamo è una provincia italiana della Lombardia di 1 108 298[3] abitanti, con capoluogo Bergamo. Situata al centro della regione, si estende... Leggi tutto...
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine CAMBIAMENTO CLIMATICO: ABBIAMO INIZIATO A CALPESTARE UN TERRENO INESPLORATO?
Parlare del cambiamento climatico non è facile, per tanti motivi. Non è facile perché il tema è... Leggi tutto...
Immagine Isolato temporale su Milano il 10 Luglio 2013
Nel pomeriggio del 10 luglio un temporale a rapidissimo sviluppo ha interessato il capoluogo... Leggi tutto...
Immagine Meteosat. Italia. Canale: VIS (visibile)
Immagine dell'Italia nel canale visibile (VIS) del satellite MSG (Meteosat Second Generation) di... Leggi tutto...
Immagine Webcam nelle Marche
Una selezione delle webcam disponibili nella regione Marche Ascoli Piceno (AP)Ancona (AN)Porto San... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

SEGNALI DI CAMBIAMENTO DALL’OCEANO ATLANTICO

Scritto da Andrea Corigliano Giovedì 16 Febbraio 2023 12:00

SEGNALI DI CAMBIAMENTO DALL’OCEANO ATLANTICO

Segnale dominante previsto per il 23-25 febbraio 2023In punta di piedi oggi volgiamo lo guardo a ovest e allo stretto di Gibilterra perché, dando credito agli ultimi aggiornamenti calcolati in chiave probabilistica dal modello del centro Europeo ECMWF, sembra che tra una settimana circa possa avvenire un cambiamento dello stato del tempo portato dall’ingresso di una saccatura nord atlantica sull’Europa occidentale.

Se nei prossimi giorni le condizioni atmosferiche trascorreranno quindi in compagnia dell’alta pressione e all’insegna della mitezza con temperature che si manterranno al di sopra delle medie stagionali, a partire da metà della prossima settimana sembra che inizi a prendere forma un’ampia ondulazione del flusso perturbato atlantico, capace di esporre il Mediterraneo occidentale e quindi anche l’Italia al richiamo di correnti umide e instabili che potrebbero accompagnare il passaggio di un sistema perturbato degno di nota.

Non possiamo al momento scendere nei dettagli perché la distanza temporale dall’evento è ancora piuttosto ampia e il disegno sinottico sarà ancora soggetto a correzioni. Risulta però evidente come, nel complesso, ci possa essere più di una speranza per assistere al ritorno delle precipitazioni anche sulle assetate regioni del Nord Italia perché la discesa della saccatura potrebbe intraprendere, rispetto alla nostra penisola, un movimento meridiano occidentale al punto giusto da attivare quel richiamo sciroccale che è indispensabile per far entrare sotto le precipitazioni anche le nostre regioni nord-occidentali.

Bisognerà quindi vedere nei prossimi giorni come i nuovi ricalcoli aggiusteranno la configurazione e solo quando le soluzioni si saranno stabilizzate potremo iniziare a focalizzare meglio la dinamica ed i suoi effetti.



Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa