Immagine Webcam - Todi (Perugia)
Webcam a Todi, che inquadra la splendida città in provincia di Perugia (PG), regione Umbria.Sotto la piazza sono conservate 2 cisterne romane, parte di una... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine WRF 925hPa Temp RH (centro-nord) - ARW by GFS
Dal nostro modello matematico WRF-ARW (GFS) previsione per umidità relativa (RH) e temperatura... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Parma (WRF)
I parametri atmosferici raffigurati in un'unica mappa che prende il nome di meteogramma: qui è... Leggi tutto...
Immagine Finocchi gratinati in padella
Ingredienti per 4 personePreparazioneCotturaNote6 Finocchi1 spicchio d'aglio2 cucchiaio d'olio... Leggi tutto...
Immagine Inverno 2020: il più caldo mai registrato senza un super El Niño
L'inverno 2020 è stato il secondo più caldo, secondo il NOAA, ma sarebbe ancora più alto se non... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Pordenone
La provincia di Pordenone, una delle quattro del Friuli Venezia Giulia, confina a nord e ad est con... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Massa Carrara
La provincia di Massa-Carrara si suddivide convenzionalmente in due zone principali, distinguibili... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

Sabato 2 Aprile rodanata e clima invernale

Scritto da Andrea Corigliano Mercoledì 30 Marzo 2022 10:00

Sabato 2 Aprile rodanata e clima invernale

Proiezione per sabato 2 Aprile 2022Con buona probabilità l’impulso artico in ingresso dalla Valle del Rodano nel corso di venerdì 1 aprile andrà a incastonarsi, con la parte più fredda del proprio nucleo rotante attorno ad un minimo di pressione al suolo tra i 990 e i 995 hPa, sul Golfo Ligure.

Entro la mattina di sabato 2 la superficie di 500 hPa si abbasserà di quota, fino a posizionarsi ad una altezza di geopotenziale minima oscillante intorno ai 5240 metri che è un valore davvero significativo per inizio aprile. Di pari passo, anche la superficie di 850 hPa subirà le stesse sorti, portandosi ad altezze di geopotenziali inferiori ai 1300 metri e accompagnando il passaggio dell’irruzione con la sua parte più intensa indicativamente rappresentata da isoterme che potrebbero oscillare intorno ai -3/-4 °C, cioè su valori anche di 8-10 °C al di sotto delle medie climatologiche del periodo.

Questa dinamica renderà l’atmosfera spiccatamente instabile e quindi capace di dar luogo a rovesci anche di tipo temporalesco e grandinate di piccole dimensioni tra il Piemonte meridionale, la Liguria e la Toscana settentrionale. Considerando il contesto termico sono ovviamente probabili anche nevicate, spesso a carattere di rovescio, fino a quote collinari (orientativamente intorno ai 300-600 metri). Sabato 2 aprile sarà quindi una giornata invernale a tutti gli effetti.



Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa