Immagine Webcam - Lerici (La Spezia)
Webcam a Lerici, in provincia di La Spezia (SP), regione Liguria. Panorama offerto da meteolaserra.it

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo e della vita - Piero Angela
Non che ci sia bisogno di evidenziarlo, ma ancora una volta Piero Angela conferma come sempre la... Leggi tutto...
Immagine Dal cuore dell'Umbria una collaborazione con App, dati e stazioni!
è una realtà ormai consolidata nel panorama meteorologico nazionale. Si tratta infatti di uno dei... Leggi tutto...
Immagine Il clima di Milano e Bologna: l'analisi del 2013
Premetto che i dati per Milano sono registrati dalla mia stazione e rapportati alla media 1961-90... Leggi tutto...
Immagine PRIMO FREDDO INVERNALE A INIZIO DICEMBRE? NIENTE CONCLUSIONI AFFRETTATE. ECCO PE...
Da qualche giorno i principali modelli numerici hanno iniziato a inquadrare, per inizio dicembre,... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Bonorva (Sassari)
Webcam a Bonorva (SS), provincia di Sassari. Regione Sardegna.
Immagine Webcam - Viterbo
Webcam a Viterbo (VT), regione Lazio. Vista direzione Ovest, con la cupola di Santa Rosa. By... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

SICCITA' AL NORD: ANCORA NIENTE DA FARE PER PIOGGE SIGNIFICATIVE

Scritto da Andrea Corigliano Giovedì 10 Marzo 2022 09:00

SICCITA' AL NORD: ANCORA NIENTE DA FARE PER PIOGGE SIGNIFICATIVE

Modello ECMWF - proiezione per metà MarzoLa speranza per l’arrivo di precipitazioni organizzate l’avrebbe potuta portare una saccatura nord atlantica in avvicinamento al nostro continente europeo durante il prossimo fine settimana: si sa, infatti, che per dissetare il Nord e il versante tirrenico bisogna guardare a ovest e di conseguenza la perturbazione associata a questa circolazione depressionaria avrebbe potuto rompere la monotona stabilità atmosferica che ci accompagna ormai da diversi mesi.

E invece, nulla da fare: per le piogge bisognerà guardare ancora avanti, senza purtroppo avere ad oggi la possibilità di scorgere un segnale incoraggiante in tal senso. Il richiamo di aria mite di matrice subtropicale continentale, innescato proprio dall’avvicinamento della struttura depressionaria, andrà infatti a rinforzare ulteriormente a tutte le quote la figura anticiclonica di blocco che proprio in questi giorni si è sviluppata lungo i meridiani passanti per l’Italia e la penisola scandinava.



La resistenza offerta dal muro di alta pressione farà collassare il cavo d’onda, trasformandolo proprio tra lunedì 14 e martedì 15 in una goccia fredda che potrebbe gironzolare tra la penisola iberica e il Marocco.

Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!


Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa