Immagine Glossario Meteo. Lettera A - Da Acquazzone ad Avvezione
Acquazzone Precipitazione violenta di pioggia. Nell’Europa centrale si possono riscontrare valori orari di 60 mm per metro cubo; se l’acquazzone è... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Meteorologia, Volume 4 - La circolazione atmosferica: dalla grande scala al Medi...
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo e della vita - Piero Angela
Non che ci sia bisogno di evidenziarlo, ma ancora una volta Piero Angela conferma come sempre la... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Rovigo
La provincia di Rovigo confina a nord con quelle di Verona, Padova e Venezia, a sud-ovest con... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Puglia - Mappe grafiche dettagliate delle 24 ore
Le previsioni meteo per la regione Puglia. Il tempo atteso per i prossimi giorni. Riassunto nelle... Leggi tutto...
Immagine Il Mar Mediterraneo con meno pesci e più meduse
Gli effetti tossici sui pesci e sulla catena alimentare umana e la biodiversita' delle specie... Leggi tutto...
Immagine Medicane: Cicloni con caratteristiche tropicali nel Mediterraneo (parte prima)
Il Bacino del Mediterraneo è particolarmente favorevole alla ciclogenesi, tanto da essere... Leggi tutto...

ALCUNE CONSIDERAZIONI SUL FREDDO IN ARRIVO DAL 28 DICEMBRE

Scritto da Andrea Corigliano Giovedì 26 Dicembre 2019 00:00

ALCUNE CONSIDERAZIONI SUL FREDDO IN ARRIVO DAL 28 DICEMBRE

Temperatura T850 attesa per il 28 DicembreDa domani, venerdì 27 dicembre, i versanti orientali della nostra penisola inizieranno a risentire degli effetti di una massa d’aria fredda in arrivo dalla penisola balcanica che raggiungerà l’apice della sua intensità tra sabato 28 e domenica 29 dicembre.

Come abbiamo scritto nell’analisi di ieri, si tratta di un’irruzione che nasce alle latitudini artiche e che verrà veicolata verso l’Europa centrale e sud-orientale dalla posizione assunta da un vasto campo anticiclonico, in fase di espansione lungo i meridiani fino a lambire quanto basta la penisola scandinava per innescare il flusso settentrionale che giungerà fino a noi.

La mappa relativa alla previsione della temperatura a 850 hPa (circa 1500 metri) per il primo pomeriggio di sabato 28 dicembre mostra il nostro continente diviso a metà, con i meridiani passanti per l’Italia a fare da linee di confine tra la circolazione di aria calda in risalita lungo il bordo occidentale del campo anticiclonico e quella fredda in discesa lungo il bordo orientale.

Nel giudicare questa irruzione a scala continentale, però, non dobbiamo farci influenzare dai valori termici assoluti che saranno raggiunti perché, per quanto sia vero che per esempio sulla Russia temperature di -8/-10 °C a 850 hPa lascino intendere condizioni invernali, è il confronto rispetto ai valori medi climatologici di riferimento a far comprendere l’entità del freddo in arrivo: scopriamo così che sulla Russia l’entità del raffreddamento sarà tale da riportare le temperature nelle medie del periodo, tenendo conto come base il trentennio 1981-2010.

Vale a dire che in Russia sarebbe normale, a fine dicembre, avere quelle temperature.


Anomalie temperatura attese per il 28 DicembreMentre i settori occidentali europei vedranno temperature ben superiori alle medie, con picchi anomali che localmente supereranno anche i 10 °C e con scarti che raggiungeranno anche i 3-6 °C sulla penisola scandinava dove avere valori per lo più compresi tra -4 e -7 °C vuol dire che a queste latitudini dovrebbe fare normalmente ancora più freddo, scopriamo in realtà che possiamo parlare di ondata di freddo in arrivo solo limitatamente a un’area ristretta del nostro continente, cioè solo dove l’irruzione fredda sarà tale da portare le temperature su valori significativamente inferiori alle medie climatologiche.

Come possiamo osservare quest’area è per lo più delimitata all’area balcanica e ai settori orientali e centro-meridionali della nostra penisola dove, durante la fase più intensa dell’irruzione che cadrà proprio nelle 48 ore comprese tra sabato e domenica, si prevede che le temperature a 850 hPa saranno di 6-9 °C al di sotto delle medie del periodo. Solo in questo caso possiamo quindi parlare di ondata di freddo vero e proprio.

Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Andrea Corigliano


Stampa