Immagine Le trombe marine: formazione e caratteristiche
Trombe marine: una rarità? Come e perché si formano? E le loro caratteristiche? Ce ne parla Giacomo Pincini.
Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali...
Immagine Dal cuore dell'Umbria una collaborazione con App, dati e stazioni!
Dal cuore dell'Umbria una collaborazione con App, dati e stazioni tra Centrometeo e Lineameteo!
Immagine WRF 500hPa Temp RH (tuscia-orvietano)
Mappa tuscia-orvietano del modello WRF NMM con l'umidità relativa (RH), la temperatura e l'altezza... Leggi tutto...
Immagine GFS vs. ECMWF: indici di correlazione dei modelli e chiacchiere da bar
GFS vs. ECMWF: indici di correlazione dei modelli e chiacchiere da bar...
Immagine Proverbi Meteo: la saggezza popolare sul tempo che fa
Proverbi Meteo: la saggezza popolare sul tempo che fa, in una raccolta suddivisa mese per mese...
Immagine Polpette di stracchino al forno
Polpette di stracchino al forno (sgonfiotti): possono essere un antipasto tipo finger food oppure... Leggi tutto...

Il progetto Energizair, il Meteo delle Fonti Rinnovabili

Il progetto Energizair, il Meteo delle Fonti Rinnovabili

Il Meteo delle RinnovabiliIl progetto Energizair, noto anche come il Meteo delle Fonti Rinnovabili, ha vinto nel 2012 il premio come miglior progetto di comunicazione nell’ambito del Sustainable Energy Award. Si tratta di una interessante iniziativa che vede coinvolti ben 10 paesi europei.

Per l’Italia se ne occupa l’Agenzia Energetica della provincia di Livorno (EALP) che gestisce le attività progettuali a livello nazionale.

EnergizAIR mira ad aggiungere alle usuali previsioni meteorologiche, informazioni di qualità in campo energetico.

Il sole e il vento non sono infatti soltanto elementi meteorologici: sono anche fonti di energia rinnovabile e noi di Centrometeo siamo particolarmente sensibili a questi temi. Tanto più che i nostri server sono in gran parte alimentati da un impianto fotovoltaico, permettendoci di ridurre i costi e dare il nostro contributo alla salvaguardia ambientale.


L’idea di base, ad esempio, è quella di inserire per ogni fonte rinnovabile alcuni indicatori che rappresentino il fabbisogno energetico (elettrico e termico) coperto grazie alle condizioni climatiche (di sole o vento) che si sono avute nei giorni passati.

In questo modo gli indicatori possono mettere in evidenza il collegamento tra lo stato del tempo e la percentuale di energia che si potrebbe ottenere se ogni famiglia potesse approvvigionarsi attraverso i pannelli solari oppure se una comunità potesse ottenere energia elettrica grazie alle pale eoliche.

Su Meteorinnovabili.it si possono trovare non solo tante informazioni sul progetto, ma anche le mappe relative agli indicatori e la possibilità di aggiungere sul proprio sito dei widget che mostrano la produzione "verde" ottenibile per le località scelte.

Per ulteriori approfondimenti è anche possibile ascoltare l'intervista realizzata alla Dott.ssa Sussanna Ceccanti, che all'EALP si occupa di Educazione Ambientale e Progetti Comunitari.