Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Fulmini tra certezze e possibilità, tra fascino e pericolo
Il fulmine, fenomeno atmosferico che probabilmente più di tutti divide l'opinione pubblica tra... Leggi tutto...
Immagine LE CONFIGURAZIONI DI BLOCCO E L’ESALTAZIONE DEI FENOMENI ESTREMI
La dinamica atmosferica sull’Europa centro-occidentale e sul Mediterraneo si è bloccata e tale... Leggi tutto...
Immagine WRF 0C-24hSnow (ita) - ARW by GFS
Mappa sull'Italia del modello WRF ARW (dati GFS) con l'altezza dello zero termico e l'accumulo... Leggi tutto...
Immagine WRF Li-K (ita) - ARW by GFS
Modello WRF-ARW, GFS, con la mappa sull'Italia del Lifted Index e del K index, entrambi indici... Leggi tutto...
Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

Messico: tempesta di cenere dopo l'eruzione del vulcano Popocatépetl

Messico: tempesta di cenere dopo l'eruzione del vulcano Popocatépetl

La tempesta di cenere dopo l'eruzione del vulcanoE' il 18 Aprile 2016, Messico: una grande eruzione di tipo "stromboliano" coinvolge il vulcano Popocatépetl. Per diverse ore è stata caratterizzata dall'emissione di frammenti incandescenti e altissime colonne di cenere.

L'eruzione è iniziata alle 07:32 UTC (02:32 ora locale), aumentando gradualmente e presentando brevi segmenti di tremore armonico di bassa ampiezza.

Durante la fase intensa di questo episodio, sono stati osservati frammenti che hanno raggiunto una distanza di 1.6 km, principalmente sul settore nord.

Le colonne di cenere hanno raggiunto un'altezza di 3000 metri sopra il cratere e quindi fino ad oltre 8000 metri sul livello del mare, deviati poi dai venti verso est-nord-est. Di conseguenza, è stato segnalata "pioggia di cenere" a Puebla, San Pedro Benito Juárez, San Nicolás de los Ranchos, Tianguismanalco, San Martín Texmelucan e Huejotzingo.


Il Popocatépetl (5.452 metri), è un vulcano in attività situato nella regione di Puebla, in Messico. Si trova a 70 km a sudest di Città del Messico e solo 45 km a ovest della città di Puebla.

Il suo nome, che in lingua nahuatl significa "montagna (tepētl) che emette vapore (popōca)", è dovuto alla sua continua attività, fin dai tempi dell'epoca precolombiana.

Il Popocatépetl ha una forma conica simmetrica, con ghiacciai perenni vicino al cratere, sulla cima della montagna.

È il secondo vulcano più alto del Messico, secondo solamente ai 5.610 metri del Citlaltépetl (o "Pico de Orizaba").

Conosciuto anche come Popo o Don Goyo, è uno dei vulcani più attivi del Paese.

Tipicamente la sua attività è moderata, ma costante, con emissioni di fumarole, composte da gas e da vapore acqueo, e da repentine e impreviste eruzioni minori di ceneri e materiale vulcanico.

Nel 1994 i monasteri costruiti sulle sue pendici all'inizio del XVI secolo furono dichiarati Patrimonio dell'umanità dall'Unesco.

Il video seguente mostra una tempesta di cenere, un fenomeno insolito creato dai forti venti, che inghiotte la città di Puebla:


La spettacolare eruzione del vulcano Popocatepetl del 18 Aprile:



Stampa