Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Meteorologo minacciato di morte per l'interruzione TV del Masters di golf
Un meteorologo di Atlanta ha dichiarato di aver ricevuto minacce di morte, dopo che la sua stazione... Leggi tutto...
Immagine Formazione della nebbia nella Pianura Padana e caratteristiche chimico-fisiche d...
L’esperimento qui descritto è stato realizzato nel 1989 nell’ambito del progetto... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Umbria e Marche - Riassunto mattina, pomeriggio, sera, notte
Le previsioni meteo per Umbria e Marche nei prossimi giorni. Il tempo riassunto e suddiviso in... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Friuli Venezia Giulia - Mappe grafiche dettagliate esaorarie
Le previsioni meteo per la regione Friuli Venezia Giulia. Il tempo atteso di notte, mattina,... Leggi tutto...
Immagine Proiezioni Luglio 2024: ultimo aggiornamento
Dopo una serie di consulti all'interno del nostro Team, abbiamo deciso di unificare le proiezioni... Leggi tutto...
Immagine GEM MSLP-500hPa (Wz)
Pressione al suolo e geopotenziale 500hPa previsto dal modello canadese GEM.

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

Bora chiara e Bora scura

Bora chiara e Bora scura, cosa sono e come affrontarle...

Rappresentazione di un'intensa bora scura...In questo articolo, parleremo della bora, uno dei venti più caratteristici dell'Adriatico, spiegando le principali caratteristiche e differenze tra la bora chiara e la bora scura.

Che cos'è la bora?

La bora è un vento di origine continentale che soffia sull'Adriatico nord-orientale, in particolare nella zona del Golfo del Quarnaro (o meglio, canale: un'insenatura situata tra la costa nord-orientale dell'Italia e la costa occidentale della Croazia). Questo vento si origina in corrispondenza di una vasta area di alta pressione che si forma sull'Europa centrale e/o orientale, che spinge l'aria verso il mare e crea un forte gradiente di pressione. La bora è caratterizzata da venti piuttosto forti e violenti che possono superare i 200 km/h, e si presenta solitamente in forma di raffiche discontinue e imprevedibili.

Bora chiara e bora scura: le differenze

La bora si divide in due tipologie principali: la bora chiara e la bora scura. La differenza tra queste due tipologie di vento è data principalmente dalla loro origine e dalle loro caratteristiche meteorologiche.La bora chiara è un vento che si origina a nord-est del golfo del Quarnaro e soffia in direzione sud-ovest. Questo vento si forma quando un'area di alta pressione si estende dalla Russia fino all'Europa orientale, spingendo l'aria fredda e secca verso il mare. La bora chiara è quindi sì caratterizzata da raffiche molto forti e violente, ma anche da un cielo terso e una visibilità ottima.La bora scura, invece, è un vento che si origina a sud-est del canale e soffia in direzione nord-ovest. Questo vento si forma quando un'area di bassa pressione si forma sull'Adriatico, attirando l'aria calda e umida da sud. La bora scura è di solito caratterizzata da raffiche meno forti della bora chiara, ma più costanti e durature. Inoltre, a differenza della bora chiara, la bora scura porta con sé molta umidità e spesso provoca precipitazioni e maltempo.

Come proteggersi dalla bora

La bora può rappresentare un pericolo per la navigazione e per le attività all'aperto, soprattutto quando si manifesta in forma di raffiche molto violente. Per questo motivo, è importante conoscere le principali tecniche di protezione dalle raffiche di bora.Ad esempio, per proteggere le imbarcazioni, è possibile utilizzare delle cime per fissare la barca alla banchina e utilizzare delle coperture per proteggere la prua dall'impatto delle onde. Inoltre, è possibile utilizzare delle catene per ancorare la barca al fondo del mare e prevenire il suo spostamento.Per quanto riguarda le attività all'aperto, è importante indossare abiti adeguati e coprirsi bene dal freddo. In caso di forti raffiche, è consigliabile evitare di avventurarsi in mare aperto o in montagna.



E' importante anche conoscere le misure di prevenzione per proteggere le strutture edilizie. In particolare, le case situate in zone esposte alla bora dovrebbero essere costruite con materiali resistenti al vento e con fondamenta solide. Inoltre, è possibile installare delle barriere protettive, come muri di recinzione o siepi, per diminuire l'impatto delle raffiche di vento.Infine, se ci si trova in auto durante una forte bora, è importante prestare attenzione alle indicazioni stradali e ridurre la velocità per evitare di perdere il controllo del veicolo. Infine, è consigliabile evitare di parcheggiare sotto gli alberi o in zone scoperte, dove il rischio di caduta di rami e oggetti è maggiore.
Stampa