Immagine Un nuovo metodo ritocca l'età della Luna
Sembra curioso ma, mentre siamo piuttosto sicuri sull'età del nostro Sistema Solare, ossia 4 miliardi e 568 milioni di anni con una accuratezza di 2,080... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 6 - Peculiarità atmosferiche nel Mediterraneo e in Italia
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine Analisi climatologica del 2015: Milano Sud, analisi delle piogge
L'analisi pluviometrica dell'anno 2015 (ricordiamo che si va da Dicembre 2014 a Novembre 2015)... Leggi tutto...
Immagine Pan di Spagna con zabaione e uvetta
IngredientiPreparazioneCotturaNote6 uova + 4 tuorli per la crema150 gr di farina tipo 00260 gr di... Leggi tutto...
Immagine Radar Friuli e Slovenia, Alpi Orientali
Mappa Radar a cura di ARSO SIRAD, monitoraggio di Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Alpi... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Biella (Biella)
Webcam Biella (BI), bellissima panoramica nella regione Piemonte.

Dai Picentini al Partenio, l'Autunno 2016 in Campania

Dai Picentini al Partenio, l'Autunno 2016 in Campania
 

Panorama verso il SantuarioNell'area tra Partenio e Picentini, tra bassa Irpinia e alto Salernitano i tre mesi autunnali si sono rivelati molto piovosi, con un trend dettato, spesso, da umide correnti occidentali e sud occidentali.

Analizziamo i tre mesi autunnali sfruttando i dati della rete Campanialive: nel mese di Settembre le piogge si sono concentrate sull'area tra Partenio e Picentini, dall'avellinese ai confini salernitani, dove si sono registrati accumuli fino a quasi 200mm a Montevergine, quasi 160mm sulle piane del Nord Salernitano (a Mercato San Severino) e fino a 181mm a Calvanico! Fenomeni, per queste aree, sicuramente amplificati dagli effetti orografici di Partenio e Picentini occidentali. 

Nel mese di Ottobre le piogge più intense invece si sono concentrate sulle propaggini meridionali dei Picentini con gli accumuli più elevati su piana del Sele e costa salernitana (accumuli di ottobre fino quasi a 300mm a Battipaglia e a Salerno marina e fino a 265mm Calvanico (SA)). Non sono, purtroppo, mancati diversi eventi alluvionali sulla piana del Sele, balzati alle cronache. Durante questi eventi si è trattato di forti temporali marittimi e di fenomeni intensificati dalla retrostante catena picentina.

Anche il mese di Novembre è stato caratterizzato da abbondanti piogge, con accumuli più rilevanti sull'area che va dal Partenio ai confini della provincia salernitana e accumuli fino a quasi 300mm a Summonte, fino a 217mm a calvanico e a quasi 200mm anche sulle pianure del Nord salernitano a Nocera. Si sono create in loco tipiche situazioni orografiche di confulenza tra lo scirocco che risale dalla valle dell'irno e le correnti occidentali che subentrano dal golfo napoletano e dall'agro, alla base di intensi fenomeni nelle aree trattate in questo articolo. Non sono mancate in questo autunno le prime fugaci nevicate sui Picentini e Partenio, in particolare sul finire di novembre i bianchi fiocchi si sono mostrati, sui paesi collinari dell'area picentina... accompagnati da freddi venti nord orientali.

Dicembre è comunciato all'insegna dell'alta pressione, ma con frequenti nebbie e gelo sulle vallate tra Partenio e Picentini, con minime sovente intorno allo zero o sotto lo zero, ma con punte che hanno sfondato i -10 gradi sull'altopiano del Laceno, tra i Picentini. Le precipitazioni del mese di Dicembre sono state scarse e caratterizzate solo da deboli piogge sciroccali e da occasionali veloci nevicate sui crinali di Partenio e Picentini.

A cura di Pierpaolo Gaudieri


Stampa