Immagine L'acqua: un bene prezioso, ma non per tutti
L'acqua: un bene prezioso dal valore inestimabile, ma non per tutti disponibile...
Immagine Webcam - Fiumalbo (Modena)
Webcam Fiumalbo, in provincia di Modena, regione Emilia Romagna. Panorami dall'Appennino. Le... Leggi tutto...
Immagine Radar parte Centro-Orientale del Nord d'Italia
Mappa Radar a cura di ARPAV-CMT, con monitoraggio di parte dell'Italia centro-orientale del Nord.
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Torino
Meteo e Clima in Provincia di Torino, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Previsioni meteo nazionali 24h - Tabelle riassuntive per le principali città it...
Previsioni meteo nazionali con il tempo atteso per le principali città italiane. In queste mappe... Leggi tutto...
Immagine La provincia di Bologna: un territorio a rischio trombe d'aria?
La provincia di Bologna: un territorio a rischio trombe d'aria? Sull'origine di queste violente... Leggi tutto...
Immagine Il riscaldamento globale? Non esiste...
Un interessante articolo di Mario Tozzi che fa il punto sul clima del nostro pianeta e sul... Leggi tutto...

Dai Picentini al Partenio, l'Autunno 2016 in Campania

Dai Picentini al Partenio, l'Autunno 2016 in Campania
 

Panorama verso il SantuarioNell'area tra Partenio e Picentini, tra bassa Irpinia e alto Salernitano i tre mesi autunnali si sono rivelati molto piovosi, con un trend dettato, spesso, da umide correnti occidentali e sud occidentali.

Analizziamo i tre mesi autunnali sfruttando i dati della rete Campanialive: nel mese di Settembre le piogge si sono concentrate sull'area tra Partenio e Picentini, dall'avellinese ai confini salernitani, dove si sono registrati accumuli fino a quasi 200mm a Montevergine, quasi 160mm sulle piane del Nord Salernitano (a Mercato San Severino) e fino a 181mm a Calvanico! Fenomeni, per queste aree, sicuramente amplificati dagli effetti orografici di Partenio e Picentini occidentali. 

Nel mese di Ottobre le piogge più intense invece si sono concentrate sulle propaggini meridionali dei Picentini con gli accumuli più elevati su piana del Sele e costa salernitana (accumuli di ottobre fino quasi a 300mm a Battipaglia e a Salerno marina e fino a 265mm Calvanico (SA)). Non sono, purtroppo, mancati diversi eventi alluvionali sulla piana del Sele, balzati alle cronache. Durante questi eventi si è trattato di forti temporali marittimi e di fenomeni intensificati dalla retrostante catena picentina.

Anche il mese di Novembre è stato caratterizzato da abbondanti piogge, con accumuli più rilevanti sull'area che va dal Partenio ai confini della provincia salernitana e accumuli fino a quasi 300mm a Summonte, fino a 217mm a calvanico e a quasi 200mm anche sulle pianure del Nord salernitano a Nocera. Si sono create in loco tipiche situazioni orografiche di confulenza tra lo scirocco che risale dalla valle dell'irno e le correnti occidentali che subentrano dal golfo napoletano e dall'agro, alla base di intensi fenomeni nelle aree trattate in questo articolo. Non sono mancate in questo autunno le prime fugaci nevicate sui Picentini e Partenio, in particolare sul finire di novembre i bianchi fiocchi si sono mostrati, sui paesi collinari dell'area picentina... accompagnati da freddi venti nord orientali.

Dicembre è comunciato all'insegna dell'alta pressione, ma con frequenti nebbie e gelo sulle vallate tra Partenio e Picentini, con minime sovente intorno allo zero o sotto lo zero, ma con punte che hanno sfondato i -10 gradi sull'altopiano del Laceno, tra i Picentini. Le precipitazioni del mese di Dicembre sono state scarse e caratterizzate solo da deboli piogge sciroccali e da occasionali veloci nevicate sui crinali di Partenio e Picentini.

A cura di Pierpaolo Gaudieri