Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine L'Effetto Serra naturale, o Global Warming
Certo, in parte è vero, ma sarebbe più opportuno distinguere, in questo caso, tra effetto serra... Leggi tutto...
Immagine A proposito di variazioni climatiche
(a cura del Generale Andrea Baroni) Le calamità atmosferiche verificatesi in questi ultimi anni in... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Africa
L'Africa è uno dei continenti della Terra, il terzo per estensione dopo Asia e America. E'... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Toscana - Mappe grafiche dettagliate delle 24 ore
Le previsioni meteo per la regione Toscana. Il tempo atteso per i prossimi giorni. Riassunto nelle... Leggi tutto...
Immagine ECMWF 850hPa-Stream (Wz)
Stream line e temperatura 850hPa attesi dal modello ECMWF da Wetterzentrale.
Immagine WRF MSLP 3hSnow (ita - backup 2)
Backup mappa sull'Italia modello WRF con altezza dello zero termico e l'accumulo di neve (in cm)... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima decade Gennaio 2023: inverno sempre più ai box!

Lunedì 02 Gennaio 2023 00:00

Prima decade Gennaio 2023: inverno sempre più ai box!

Mappe dal modello GFS

Dopo una partenza dinamica ad inizio Dicembre la stagione invernale ha dovuto arrendersi su buona parte del Vecchio Continente, mentre aria gelida in arrivo dalla Siberia raggiungeva gran parte degli Stati a ridosso del Santo Natale.

E’ stata considerata la tempesta la Vigilia di Natale più fredda degli ultimi decenni per molti degli stati centro-orientali americani, con le temperature che hanno raggiunto anche i -50°C con raffiche di vento ed accumuli nevosi oltre un metro.

Migliaia di utenze senza elettricità, aeroporti inagibili con centinaia di viaggiatori bloccati: freddo e neve hanno raggiunto stati a clima “mite” come la Florida e la Louisiana.

La compattezza del Vortice Polare (il freddo arroccato sul polo) non favorirà nei prossimi giorni nessun scambio “meridiano” in direzione del Bacino del Mediterraneo.

Su buona parte dell’Europa invece il rinforzo dell’Alta pressione africana verrà inibito qualsiasi cambio circolatorio, a parte il transito di un debole fronte instabile tra il 2-4 Gennaio che riporterà qualche debole precipitazione al Nord e versante Tirrenico.

Successivamente l’Alta pressione africana ricucirà lo strappo, inglobando nuovamente tutti i settori della nostra Penisola e potrebbe persino spingersi sino alla conclusione della Decade.

Tempo stabile, nebbie o foschie, temperature ancora le medie stagionali e tanto inquinamento per tutti noi.

La neve caduta ad inizio Dicembre sta quasi scomparendo sugli Appennini, ma di questo passo anche sulle Alpi andremo incontro ad una forte riduzione del manto nevoso.


Per i dettagli, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Attenzione! Ricordiamo che quella descritta è solo una stima di tendenza generale, un'indicazione di massima. Occorre aggiornarsi quotidianamente, seguendo le previsioni giornaliere, le mappe ed il nostro Capitàno Paolo Sottocorona e tenendo sempre presente la nostra Guida pratica alle previsioni del tempo, le avvertenze e le modalità d'uso riportate in calce alla nostra sezione meteo-città.

A cura di Fabio Porro

Stampa