Immagine L'Aquila, per non dimenticare... dopo il terremoto del 6 Aprile 2009
Una testimonianza sulla situazione a L'Aquila, a diversi mesi di distanza dal terremoto del 6 Aprile 2009, quando persero la vita 308 persone...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Vicenza
Meteo e Clima in Provincia di Vicenza, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Meteo e Clima in America Centrale
Meteo e Clima in America Centrale, le previsioni del tempo per molte località
Immagine Webcam - Campobasso (Campobasso)
Webcam Campobasso, con vista sulla città, capoluogo della regione Molise. Su Centrometeo solo... Leggi tutto...
Immagine Radar parte Centro-Orientale del Nord d'Italia
Mappa Radar a cura di ARPAV-CMT, con monitoraggio di parte dell'Italia centro-orientale del Nord.
Immagine Il Lago d'Averno: lago craterico della Campania
Il Lago d'Averno: lago craterico della Campania, nei Campi Flegrei in prossimità del Golfo di... Leggi tutto...
Immagine Ottobre 2012: come è stato il clima di Milano e Bologna
Il secondo mese autunnale s’è rivelato mite per entrambe le città ma con frequenti ingressi... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima decade di Maggio tra rimonte anticicloniche ed affondi atlantici

Sabato 02 Maggio 2015 00:00

Prima decade di Maggio tra rimonte anticicloniche ed affondi atlantici


La Primavera entra nel terzo ed ultimo mese stagionale, con affondi atlantici al Nord e rimonte di matrice sub-tropicali per parte del Sud e le Isole Maggiori.L'Alta pressione delle Azzorre dopo l'assidua presenza del mese scorso, incomincia a defilarsi dalla nostra Penisola.L'ingerenza nord atlantica rimane sempre presente tra Penisola Iberica, Francia e Regno Unito.A breve richiamerà un corposo flusso caldo dal nord Africa, con temperature che nei prossimi giorni potrebbero localmente toccare i 35-37°C su alcuni settori italici.

L'ondata di calore portata dall'anticiclone afro-mediterraneo colpirà maggiormente il Sud e le Isole Maggiori, mentre al Centro-nord le condizioni meteo resteranno parzialmente instabili, a causa di una tesa corrente sud-occidentale.Appena l'anticiclone nord africano mollerà la "presa" al Sud e nelle Isole, un fronte perturbato atlantico colmo di aria fredda, si metterà in moto verso il Nord della Penisola.

Avremo così un nuovo inasprimento delle condizioni di instabilità, dapprima al Nord attorno alla giornata di Giovedì 7 Maggio, in estensione al resto della Penisola tra Venerdì 8 e Domenica 10.In seguito l'Alta pressione delle Azzorre dovrebbe ritornare sulla nostra Penisola, dopo il transito della depressione per lo più a carattere temporalesco.

L'aumento della pressione su buona parte del Continente europeo, potrebbe dar via ad una fase di tempo stabile, soleggiato e caldo, per tutti i settori italici.

 

Temperature a 850hPa attese per il 5 Maggio

Fabio Porro