Immagine WRF 850hPa Temp - Wind (tuscia-orvietano)
Modello WRF con la mappa, zona tuscia-orvietano, della temperatura e della circolazione dei venti all'altezza geopotenziale di 850 hPa.
Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche... Leggi tutto...
Immagine Il nostro modello WRF Centrometeo per la Toscana
Operativo il focus sulla regione Toscana del nostro modello WRF su Centrometeotoscana! Tutti i... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Brescia
Meteo e Clima in Provincia di Brescia, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Previsioni Meteo giuste o sbagliate... in che senso? La verifica delle performan...
Previsioni Meteo giuste o sbagliate... in che senso? Come analizzare le performances previsionali.
Immagine La paleoglaciologia: una scienza per l’ambiente
Paleoglaciologia come scienza per l’ambiente. Analisi chimiche del ghiaccio ottenuto dai... Leggi tutto...
Immagine Temporali su Veneto e Friuli Venezia Giulia: Giugno 1999
Temporali su Veneto e Friuli Venezia Giulia: Giugno 1999. Bellissima immagine satellitare!
Banner Radiorete

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima decade di Maggio tra rimonte anticicloniche ed affondi atlantici

Sabato 02 Maggio 2015 00:00

Prima decade di Maggio tra rimonte anticicloniche ed affondi atlantici


La Primavera entra nel terzo ed ultimo mese stagionale, con affondi atlantici al Nord e rimonte di matrice sub-tropicali per parte del Sud e le Isole Maggiori.L'Alta pressione delle Azzorre dopo l'assidua presenza del mese scorso, incomincia a defilarsi dalla nostra Penisola.L'ingerenza nord atlantica rimane sempre presente tra Penisola Iberica, Francia e Regno Unito.A breve richiamerà un corposo flusso caldo dal nord Africa, con temperature che nei prossimi giorni potrebbero localmente toccare i 35-37°C su alcuni settori italici.

L'ondata di calore portata dall'anticiclone afro-mediterraneo colpirà maggiormente il Sud e le Isole Maggiori, mentre al Centro-nord le condizioni meteo resteranno parzialmente instabili, a causa di una tesa corrente sud-occidentale.Appena l'anticiclone nord africano mollerà la "presa" al Sud e nelle Isole, un fronte perturbato atlantico colmo di aria fredda, si metterà in moto verso il Nord della Penisola.

Avremo così un nuovo inasprimento delle condizioni di instabilità, dapprima al Nord attorno alla giornata di Giovedì 7 Maggio, in estensione al resto della Penisola tra Venerdì 8 e Domenica 10.In seguito l'Alta pressione delle Azzorre dovrebbe ritornare sulla nostra Penisola, dopo il transito della depressione per lo più a carattere temporalesco.

L'aumento della pressione su buona parte del Continente europeo, potrebbe dar via ad una fase di tempo stabile, soleggiato e caldo, per tutti i settori italici.

 

Temperature a 850hPa attese per il 5 Maggio

Fabio Porro