Immagine Webcam - Padula (Salerno)
Webcam a Padula (SA), regione Campania. Vista sulla Certosa di San Lorenzo, sullo sfondo il Monte Cervati.
Immagine Maremoti: fenomeni devastanti noti anche come tsunami
I maremoti: fenomeni devastanti noti anche col termine giapponese di tsunami...
Immagine Il clima con la "I", "K", "L", di India, Kenia, Lussemburgo... e non solo
Il clima di India, Indonesia, Iran, Iraq, Irlanda, Islanda, Israele, Kenia, Kirghizistan, Kiribati,... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche... Leggi tutto...
Immagine Il nostro modello WRF Centrometeo per la Toscana
Operativo il focus sulla regione Toscana del nostro modello WRF su Centrometeotoscana! Tutti i... Leggi tutto...
Immagine Radiosondaggi di L_Aquila (WRF)
Radiosondaggi per L'Aquila. Modello fisico matematico wrf-nmm
Immagine WRF MSLP 6hSnow (ita - backup 2)
Seconda corsa precedente con mappa sull'Italia del modello WRF. Zero termico e accumulo di neve (in... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prospettive di una fase invernale più dinamica e nei canoni stagionali

Domenica 11 Gennaio 2015 00:00

Prospettive di una fase invernale più dinamica e nei canoni stagionali


Il cammino stagionale dell'inverno 2014-2015 a parte qualche episodio al Nord, più incisivo al centro-sud e versanti adriatici, rimane sempre irto di ostacoli.La presenza sempre assidua dell'Alta pressione delle Azzorre ed una corrente a getto sempre molto "virtuosa" concedono pochi margini di manovra alla stagione.La corrente a getto nel suo naturale spostamento ovest-est continua a trascinare l'Alta oceanica verso le nostre latitudini, così anche alcuni fronti freddi, ma con "direzione" nord-sud. Anche nel corso di questo fine settimana, alcuni fronti hanno attraversato le Regioni settentrionali, con forti venti di foehn e temperature elevate. In alcune località del Piemonte le temperature hanno raggiunto e superato perfino i 26°C.

Nei prossimi giorni l'Alta pressione delle Azzorre arretrerà verso l'ovest del Continente europeo, favorendo così il passaggio di due fronti atlantici
.Il primo seppur modesto, interesserà il nord, versante tirrenico, e Sardegna, tra martedì 13 e mercoledì 14 Gennaio. Le precipitazioni come vi ho anticipato saranno modeste, ma almeno la neve, piuttosto assente fino a questo momento, farà la sua comparsa sulle Alpi, tra i 1000-1200 metri di quota.Modesto maltempo che si estenderà al resto della Penisola, seppur con fenomeni attenuati.

Un fronte perturbato più incisivo è atteso tra giovedì 15 e venerdì 16 Gennaio, con fenomeni più accentuati e finalmente un po' di neve per tutto il comparto alpino e appenninico.La stagione invernale potrebbe ripartire da questi ultimi target cronologici, ma senza "scomodare" gelo e freddo intenso.Una "normalissima" fase invernale per il comparto euro-mediterraneo per "rilanciare" questo inverno 2014-2015 avaro di precipitazioni nevose a tutte le quote, ma anche troppo generoso di giornate soleggiate e temperature di lunga oltre le medie stagionali.

 

Pressione 15 Gennaio 2015

Fabio Porro