Immagine WRF TT-SWEAT (ita) - ARW by ICON
Mappa sull'Italia del modello WRF-ARW con altri due classici indici termodinamici: il Total Totals e lo Sweat Index.

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Previsioni meteo Piemonte e Valle d'Aosta - Riassunto mattina, pomeriggio, sera,...
Le previsioni meteo attese sulla regione Piemonte e in Valle d'Aosta con il tempo per i prossimi... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Lombardia - Mappe grafiche dettagliate delle 24 ore
Le previsioni meteo per la regione Lombardia. Il tempo atteso per i prossimi giorni. Riassunto... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 7 - I MODELLI FISICO-MATEMATICI E LA PREVISIONE DEL TEMPO
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine La neve. Cos'è e come si prevede - Bertoni, Galbiati, Giuliacci
Nevicherà? Questa è la trepidante domanda che ogni inverno ci poniamo, fin dalla più tenera... Leggi tutto...
Immagine WRF 700hPa RH - Wind (centro-sud) - ARW by GFS
La mappa 700hPa del nostro modello WRF-ARW (GFS) per il centro-sud italia con umidità relativa... Leggi tutto...
Immagine Ukmo MSLP-500hPa (Wz)
Pressione al suolo e geopotenziale 500hPa previsto dal modello inglese UKMO.

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Ritorno a condizioni anticicloniche. Primi freddi verso fine mese?

Sabato 15 Novembre 2014 00:00

Ritorno a condizioni anticicloniche. Primi freddi verso fine mese?


Le assidue fasi di maltempo stanno mettendo in ginocchio alcune regioni italiane.La "tenacia" del flusso atlantica continua a convogliare verso il Mediterraneo un elevato numero di perturbazioni.Lo sbarramento alpino, l'attivazione delle correnti sciroccali verso le regioni di Nord ovest, in primis la regione Liguria, depongono per il crearsi di condizioni di alta criticità. Allagamenti, esondazioni, feriti e perdite umane sono sempre da tener in conto.L'incuria umana è sempre al centro di questi eventi, forse con un po' di prevenzione qualcosa si potrebbe evitare.

Ma parliamo del Meteo dei prossimi giorni.L'ennesima fase di maltempo si esaurirà nella giornata di Lunedì 17 Novembre con le ultime precipitazioni e fortunatamente con quota neve in calo fin verso i 1000 metri di quota (perché se piove anche in alta montagna è maggiore l'acqua che può riversarsi a valle).Poi finalmente da Martedì 18 Novembre da ovest avanzerà un promontorio anticiclonico di matrice sub-tropicale, che porterà una sostanziosa pausa soleggiata specie nelle zone colpite dal maltempo di questi giorni.Questa "bolla" anticiclonica "incastrata" tra due lacune bariche garantirà bel tempo e ancora clima mite diurno per alcuni giorni.Da mettere sempre in "conto" la presenza delle nebbie o foschie lungo le Valli, i corsi d'acqua ed in Pianura Padana anche a causa dei cieli sereni e la scarsa ventilazione.

Ma attenzione attorno al 23-24 del mese corrente, l'assetto barico potrebbe cambiare radicalmente.Secondo l'ultima "corsa" del modello americano GFS l'anticiclone dinamico centrato sul Mediterraneo, sposterebbe i suoi massimi verso la Scandinavia, fondendosi con l'altro anticiclone già presente su Nord Europa.Attorno al 25-26 Novembre una massa d'aria gelida scivolerà verso il Mediterraneo interessando la nostra Penisola.Nel contempo una depressione si sarà formata a ridosso delle coste tunisine. Lo scorrimento di correnti fredde da est ed il richiamo mite ed umido, potrebbe attivare le condizioni per nevicate a quote basse.Ipotesi a lungo raggio sempre da confermare con i prossimi aggiornamenti. Per ora "godiamoci" la meritata fase stabile e soprattutto asciutta.

 

Pressione al suolo e in quota previsti il 21 Novembre 2014

Fabio Porro

Stampa