Immagine Le irruzioni di aria artica sulle zone temperate e lo zampino della Stratos...
È noto che la causa principale del moto delle masse d’aria a livello planetario, è la differenza di temperatura che si determina tra i poli e l’equatore,... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Effetto serra e attività umane: come stanno le cose?
Dell'effetto serra, di cui si parla tanto e spesso a sproposito, quanto è causato dall'attività... Leggi tutto...
Immagine Analisi climatologica Agosto 2013, Milano e Bologna
L’ultimo mese estivo ha visto tre aspetti meteorologici diversi nelle tre decadi: la prima è... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e proprietà
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli
 è un saggio che tratta temi di grande e pressante attualità, dedicato a tutti coloro che... Leggi tutto...
Immagine WRF RH 2m - Wind 10m (ita - backup 2)
Mappe WRF-NMM con la tipica carta, qui di secondo backup per l'Italia, dei venti previsti a 10... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Parma (WRF)
I parametri atmosferici raffigurati in un'unica mappa che prende il nome di meteogramma: qui è... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Estate a singhiozzo: continua l'alternanza tra Africa e Atlantico

Domenica 20 Luglio 2014 00:00

Estate a singhiozzo: continua l'alternanza tra Africa e Atlantico


Sono passati 50 giorni dall'inizio della stagione estiva, ma una fase duratura di bel tempo non si è ancora "avvistata".D'altronde l'Alta pressione delle Azzorre è la grande assente della stagione, mentre le onde subtropicali si alternano a corpose saccature atlantiche.Le rimonte nord africane attivano correnti molto calde verso le regioni italiane, proponendo alcune pause asciutte di gran caldo, ed anticipando le nuove incursioni atlantiche. Purtroppo durante il transito dei fronti perturbati ritroviamo eventi estremi, come forti temporali, o trombe d'aria.

Dopo la seconda ondata di calore stagionale, una nuova saccatura nord-atlantica farà irruzione sulla nostra Penisola nella giornata di oggi Domenica 20 Luglio, a partire dalle regioni settentrionali.La giornata di Lunedì 21 Luglio sarà all'insegna dell'instabilità, associata a fenomeni localmente intensi. A seguire sulla nostra Penisola andrà formandosi una goccia fredda, che manterrà instabilità per più giorni.

Il maltempo nella giornata di Martedì 22 Luglio si estenderà al centro-sud, con rovesci anche forti tra Emilia, Toscana, Lazio, verso Campania, Basilicata, Calabria tirreniche. Solo la Sicilia sembra restare fuori dai "giochi" instabili, e il caldo non sarà ancora scalfito.

Solo nella giornata di Giovedì 24 Luglio avremo un progressivo miglioramento, ma l'instabilità pomeridiana sarà sempre presente.Le temperature riprenderanno a risalire, ritornando nei valori stagionali, dopo il forte decremento dei giorni precedenti.

Le temperature attese a circa 1500m il 22 Luglio

Fabio Porro

Stampa