Immagine Il fiume Po: dal Monviso al suo delta, molto più di un corso d'acqua
Fin dalle scuole elementari tutti sappiamo che il Po è il maggior fiume tra quelli italiani. E lo è sia per la lunghezza (652 km) sia per l'ampiezza del suo... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Webcam - Badesi (Olbia Tempio)
Webcam a Badesi centro (OT) e vista panoramica verso WNW di Castelsardo e Golfo dell'Asinara,... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Colfiorito (Perugia)
Webcam a Colfiorito, frazione di Foligno in provincia di Perugia (PG), Umbria.
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Torino
La provincia di Torino è composta da una parte montagnosa ad ovest e a nord lungo il confine con... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Foggia
Quella di Foggia è la seconda provincia d'Italia, dopo Bolzano, per estensione. Il territorio è... Leggi tutto...
Immagine Il Cavaliere delle rose e delle nuvole - A. Venditti
C'era molta attesa riguardo all'uscita del libro di Annalisa Venditti su . Centrometeo ha... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 5 - Nubi e precipitazioni
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima decade di Dicembre fredda, neve su alcuni settori della Penisola

Venerdì 23 Novembre 2012 00:00

Prima decade di Dicembre fredda, neve su alcuni settori della Penisola.


La stagione autunnale in fase di "conclusione" non ha "smentito" la sua dinamicità, e le piogge di questi ultimi giorni lo dimostrano.Le perturbazioni atlantiche tra Ottobre e Novembre si sono succedute con poche "pause" anticicloniche, causando su alcune regioni italiane episodi alluvionali.Le temperature anche in concomitanza degli episodi piovosi non hanno subìto decrementi importanti, solamente nell'episodio perturbato di questi giorni.

Al seguito dell'ennesimo fronte perturbato, è affluita aria fredda, proveniente dal Circolo Polare Artico. Lo "splittamento" del Vortice Polare ed il settore Asiatico già notevolmente innevato, "fungeranno" da serbatoi freddi e nevosi per più giorni, attraverso più irruzioni gelide verso la nostra Penisola.

Ad inizio settimana avremo la prima irruzione artica, con termiche sotto la media stagionale, gelate estese al nord, ma con fenomeni per lo più "circoscritti" al centro-sud. La massa d'aria gelida determinerà alcune precipitazioni nevose a quote basse sui settori appenninici.

Nuovamente a partire da Giovedì 5 Dicembre una nuova "pulsazione" artica, presente sulla Penisola scandinava, "veicolerà" aria gelida verso la nostra Penisola, con "risvolti" nevosi verso le regioni del nord, specie quelli a sud del Po.La terza saccatura artica avrà nuovamente come "obiettivo" alcuni settori italici. Le precipitazioni nevose potrebbero interessare questa volta il centro, ma anche i settori meridionali.


Tra Sabato 8 e Domenica 9 Dicembre l'Alta pressione "posizionata" sull'Europa occidentale, mitigherà parzialmente il clima gelido, con un "contributo" termico modesto sui versanti occidentali della Penisola.Tempo ancora incerto al sud, con piogge e neve ancora a quote relativamente basse.

A seguire la nostra Penisola sarà "contesa" tra un'Alta pressione ben strutturata sull'Europa occidentale ed una "massa" gelida ed instabile, sull'Europa dell'Est.Avremo un tempo freddo, ma asciutto al nord, mentre l'instabiltà si concentrrebbe al centro-sud e sui versanti adriatici, ove la neve potrebbe cadere nuovamente a quote basse.

Ci aspetta dunque una decade di Dicembre fredda e frequentemente instabile, seguita da una breve rimonta anticiclonica, ed un aumento termico contenuto.

Situazione barica prevista per il 5 Dicembre 2012

Pressione e precipitazioni attese per l'Immacolata

Fabio Porro


Stampa