Immagine WRF Thom Index (ita)
Le mappe del disagio percepito dalla popolazione secondo l'indice di Thom. Distribuzione del Thom index nella carta dell'Italia intera.
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Webcam - Ostuni (Brindisi)
Webcam da mozzare il fiato ad Ostuni, in provincia di Brindisi (BR), regione Puglia.
Immagine Webcam - Portoferraio (Livorno)
Webcam a Portoferraio (Isola d'Elba), in provincia di Livorno (LI), con lo splendido mare della... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Aosta
La provincia di Aosta è stata una provincia italiana del Piemonte, esistita dal 1927 al 1945. Nel... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Agrigento
La provincia di Agrigento (AG) è un libero consorzio comunale di 445.129 abitanti (nel momento in... Leggi tutto...
Immagine Estate di San Martino: tra scienza e leggenda
San Martino, patrono di Belluno e diversi altri comuni, si celebra l'11 Novembre, data non... Leggi tutto...
Immagine PRIMO FREDDO INVERNALE A INIZIO DICEMBRE? NIENTE CONCLUSIONI AFFRETTATE. ECCO PE...
Da qualche giorno i principali modelli numerici hanno iniziato a inquadrare, per inizio dicembre,... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Prima decade di Dicembre fredda, neve su alcuni settori della Penisola

Venerdì 23 Novembre 2012 00:00

Prima decade di Dicembre fredda, neve su alcuni settori della Penisola.


La stagione autunnale in fase di "conclusione" non ha "smentito" la sua dinamicità, e le piogge di questi ultimi giorni lo dimostrano.Le perturbazioni atlantiche tra Ottobre e Novembre si sono succedute con poche "pause" anticicloniche, causando su alcune regioni italiane episodi alluvionali.Le temperature anche in concomitanza degli episodi piovosi non hanno subìto decrementi importanti, solamente nell'episodio perturbato di questi giorni.

Al seguito dell'ennesimo fronte perturbato, è affluita aria fredda, proveniente dal Circolo Polare Artico. Lo "splittamento" del Vortice Polare ed il settore Asiatico già notevolmente innevato, "fungeranno" da serbatoi freddi e nevosi per più giorni, attraverso più irruzioni gelide verso la nostra Penisola.

Ad inizio settimana avremo la prima irruzione artica, con termiche sotto la media stagionale, gelate estese al nord, ma con fenomeni per lo più "circoscritti" al centro-sud. La massa d'aria gelida determinerà alcune precipitazioni nevose a quote basse sui settori appenninici.

Nuovamente a partire da Giovedì 5 Dicembre una nuova "pulsazione" artica, presente sulla Penisola scandinava, "veicolerà" aria gelida verso la nostra Penisola, con "risvolti" nevosi verso le regioni del nord, specie quelli a sud del Po.La terza saccatura artica avrà nuovamente come "obiettivo" alcuni settori italici. Le precipitazioni nevose potrebbero interessare questa volta il centro, ma anche i settori meridionali.


Tra Sabato 8 e Domenica 9 Dicembre l'Alta pressione "posizionata" sull'Europa occidentale, mitigherà parzialmente il clima gelido, con un "contributo" termico modesto sui versanti occidentali della Penisola.Tempo ancora incerto al sud, con piogge e neve ancora a quote relativamente basse.

A seguire la nostra Penisola sarà "contesa" tra un'Alta pressione ben strutturata sull'Europa occidentale ed una "massa" gelida ed instabile, sull'Europa dell'Est.Avremo un tempo freddo, ma asciutto al nord, mentre l'instabiltà si concentrrebbe al centro-sud e sui versanti adriatici, ove la neve potrebbe cadere nuovamente a quote basse.

Ci aspetta dunque una decade di Dicembre fredda e frequentemente instabile, seguita da una breve rimonta anticiclonica, ed un aumento termico contenuto.

Situazione barica prevista per il 5 Dicembre 2012

Pressione e precipitazioni attese per l'Immacolata

Fabio Porro


Stampa