Immagine Meteo e Clima in Provincia di L'Aquila
Il territorio della provincia dell'Aquila rappresenta, quasi interamente, la parte montana dell'Abruzzo. Unica tra le province abruzzesi a non avere sbocchi... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Meteo e Clima in Provincia di Sondrio
La provincia di Sondrio, situata nel nord della Lombardia, è composta da un territorio... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Trentino, Veneto e Friuli 24h - Mappe grafiche riassuntive dell...
Le previsioni meteo per le regioni Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia per i... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Positano (Salerno)
Webcam Positano: panoramica, bellissima, in provincia di Salerno (SA), regione Campania.... Leggi tutto...
Immagine Webcam - Alleghe - Monte Civetta (Belluno)
Webcam ad Alleghe, veduta del Monte Civetta, in provincia di Belluno (BL), altra meraviglia della... Leggi tutto...
La previsione delle anomalie stagionali (CFS/NCEP)
Monthly Seasonal Nino1+2 Nino3 Nino3.4 Nino4 Nino1+2 Nino3 Nino3.4 Nino4 ... Leggi tutto...
Immagine WRF RH 2m - Wind 10m (ita)
Modello WRF-NMM con la tipica carta, qui per l'Italia, dei venti previsti a 10 metri e l'umidita'... Leggi tutto...

Intensa tempesta di polvere in Medio Oriente e il cielo diventa rosso scuro

Intensa tempesta di polvere in Medio Oriente e il cielo diventa rosso scuro

Cielo rosso per l'intensa tempesta di polvere e sabbiaUna forte tempesta di sabbia ha inghiottito parte della Turchia, Iraq e Siria alla fine di gennaio 2018, trasformando il cielo in rosso scuro.

La nuvola di polvere spazzando poi Iran, Arabia Saudita, Yemen, Oman, Turkmenistan, Kazakistan e Uzbekistan ma, fortunatamente, con concentrazioni decrescenti.

In particolare l'intensa tempesta di polvere proveniente da Siria e Iraq ha avvolto il sud-est della Turchia il 19 gennaio 2018, riducendo naturalmente la visibilità e la qualità dell'aria.

Le più colpite sono state le province sudorientali di Diyarbakir, Diyarbakır, Şırnak, Mardin, Şanlıurfa e Batman e soprattutto Mardin.Polvere accompagnata in alcuni casi da pioggia fangosa che ha portato l'area al buio, costringendo le autorità di Mardin a dare alle donne diversamente abili, malate o incinte in uffici pubblici un giorno di ferie dal lavoro, secondo il Daily Sabah.

Il giornale stesso riporta che i negozianti hanno dovuto chiudere le loro attività durante la giornata per mancanza di clienti e che i genitori si sono astenuti dal portare i loro figli a scuola, mentre nel frattempo il cielo diventava rosso vicino al confine siriano.

L'evento ha anche disturbato la terra e il traffico aereo, cancellando i voli tra Ankara e Mardin.


Come detto la tempesta ha avuto origine dalla Siria e dall'Iraq, dove la sabbia ha causato gravi problemi a milioni di persone. Le province più colpite in Siria erano quelle del Governatorato di Al-Hasakah. La tempesta ha ridotto la visibilità nella regione del Kurdistan, in Iraq, fino a 500 m (0,3 miglia) a Tuz Khurmatu, a 2 km (1,2 miglia) a Erbil, a 4 km (2,5 miglia) a Kirkuk ea 5 km (3,1 miglia).

Alcune delle regioni sono state coperte da pesanti coltri di sabbia con le più alte concentrazioni di polveri nell'Iraq orientale, dove la visibilità è scesa a 1,2 km a Sulaymaniya e a 1,5 km a Bassora e in particolare nell'Iran occidentale, con visibilità fino a 100 m (328 piedi) a Ilam e 300 m (984 piedi) ad Ahvaz.

A cura di Dario De Santis
Fonte: Watchers.news

Stampa