Immagine Meteogramma di Potenza (WRF)
Meteogramma previsto per la città di Potenza. E' una mappa che rappresenta l'andamento nel tempo previsto per vari parametri atmosferici
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Icon 300hpa Wind (Wz)
Venti a 300hPa attesi dal modello tedesco ICON.
Immagine Spaghetti Ensemble di Catania
Spaghetti con Catania protagonista in questo gruppo Ensemble del modello americano GFS. Previsione... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Calabria 24h - Mappe grafiche riassuntive delle 24 ore
Le previsioni meteo attese sulla regione Calabria. Le mappe con il tempo per i prossimi giorni.... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in America Settentrionale (USA)
Gli Stati Uniti d'America (USA, United States of America, sono una repubblica federale... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 7 - I MODELLI FISICO-MATEMATICI E LA PREVISIONE DEL TEMPO
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 8 - Meteorologia nel mondo e fenomeni estremi
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

INSTABILITÀ IN PARZIALE ATTENUAZIONE NEL FINE SETTIMANA, MA PER IL «BEL TEMPO» DURATURO BISOGNERÀ ANCORA ATTENDERE

Scritto da Andrea Corigliano Martedì 06 Giugno 2023 16:00

INSTABILITÀ IN PARZIALE ATTENUAZIONE NEL FINE SETTIMANA, MA PER IL «BEL TEMPO» DURATURO BISOGNERÀ ANCORA ATTENDERE

Circolazione atmosferica in oceano atlantico È dalla seconda decade di maggio che le nostre latitudini vedono al governo del tempo uno stato instabile dell’atmosfera che è arrivato a sfociare anche in condizioni perturbate e che ha ribaltato quel disegno sinottico così tanto restìo a concedere alla nostra penisola le piogge primaverili. Come abbiamo potuto osservare in questi giorni, anche l’inizio dell’estate meteorologica sta proseguendo sulla stessa falsa riga dal momento che la circolazione a grande scala continua a essere condizionata da quell’anticiclone di blocco in posizione ormai semipermanente nei dintorni delle Isole Britanniche (fig. 1). Un campo di alta pressione in posizione anomala che ha indotto, a latitudini più meridionali, la costruzione di un canale depressionario ancora più anomalo proprio laddove l’Anticiclone delle Azzorre dovrebbe essere di casa.

Diventa infatti ragguardevole osservare per esempio attualmente attivo, nei dintorni delle isole omonime da cui l’alta pressione oceanica prende il nome, un ciclone extratropicale che nel proprio occhio ha raggiunto la pressione di 992 hPa e che quindi, proprio per questo valore da record assunto dal campo barico su tutta l’area, amplifica notevolmente l’anomalia della circolazione atmosferica che sta condizionando il vicino Atlantico e, di riflesso, anche quella del Mediterraneo centro-occidentale, dove le condizioni di instabilità risultano da alcuni giorni particolarmente accentuate, salvo temporanee attenuazioni.

A tal proposito, una fase un po’ meno irrequieta del tempo subentrerà nei prossimi giorni perché l’area anticiclonica presente ora a ovest delle Isole Britanniche sposterà i propri massimi sulla penisola scandinava, andando così di pari passo a permettere l'evoluzione verso levante anche la flebile radice subtropicale che la alimenta e la tiene in vita (fig. 2, a sinistra). Nulla a che vedere con l’arrivo del promontorio nord africano, ma con l’ingresso di una blanda curvatura anticiclonica in quota che proverà a rendere un po’ più stabile le condizioni meteorologiche soprattutto sui versanti occidentali dell’Italia, specie tra venerdì e domenica. Sui versanti orientali e sulla penisola balcanica, invece, la ridotta curvatura ciclonica del flusso in quota tenderà probabilmente a rendere magari più localizzati gli spunti instabili e quindi a circoscrivere l’attività cumuliforme e temporalesca soprattutto nel pomeriggio.



Si tratterà pur sempre di un equilibrio precario dello stato del tempo perché i massimi di pressione resteranno comunque ancora lontani dall’Italia: la nostra penisola potrebbe così essere ancora esposta a infiltrazioni di aria fresca dai quadranti nord orientali. Bisognerà allora valutare come questo scenario potrebbe condizionare ancora il tempo dell’Italia nel corso della prossima settimana. Proprio a causa di questa impostazione della circolazione delle masse d’aria, le temperature non subiranno significative variazioni e resteranno, grosso modo, attorno alle medie del periodo (fig. 2, a destra): il campo termico potrà così guadagnare anche qualche grado nelle fasi con maggior soleggiamento, ma senza mai sconfinare in temperature particolarmente elevate.

Circolazione atmosferica attesa per il fine settimana

Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla
pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa